pro dialog

Adopt Srebrenica

Invito per una riunione di lavoro tra ong, associazioni ed enti locali italiani che operano o intendono operare nell'area di Srebrenica in Bosnia Erzegovina

 

LETTERA DI INVITO A CURA DI UTL SARAJEVO E FONDAZIONE ALEXANDER LANGER STIFTUNG

 

Data dell'incontro: 17 maggio 2008 – ore 10.00-13.00

Luogo: Sala conferenze Antico Municipio - via Portici 30 - Bolzano


PREMESSA


Srebrenica è un luogo simbolo nelle vicende degli ultimi quindici anni in Bosnia Erzegovina e negli interi Balcani. Forse proprio il carattere così simbolico del dramma che lì si è vissuto ha reso più difficile di altrove una ripresa dopo la guerra. Le condizioni di vita di chi vi abita sono spesso ancora misere, mentre i rientri sono stati pochi e difficoltosi. La realtà sociale e culturale appare frenata dal peso del passato e insieme dalla marginalità dell’area, per cui molti giovani preferiscono spostarsi nelle città più grandi.

Srebrenica è anche un luogo che ha mosso e muove numerose azioni di solidarietà e cooperazione da diverse parti d'Italia. Molte ong, associazioni ed istituzioni locali operano da tempo in quest’area, con un patrimonio di conoscenze e di rapporti consolidati sicuramente valido. Per questo l'UTL di Sarajevo ha deciso di dare un impulso per aumentare tali interventi, sia sostenendo i soggetti che vogliano impegnarsi in questa parte della Bosnia Erzegovina, sia progettando un proprio intervento diretto. Si tratta di un intervento che si muove su due direttrici: sviluppo rurale e animazione culturale.

Tuttavia, come si è purtroppo visto anche in altre aree dei Balcani, i numerosi progetti dispiegati dalle realtà italiane e la buona volontà di molti non sempre si sono tradotti in impatto efficace e in benefici visibili per le popolazioni locali. Insufficiente coordinamento, sovrapposizioni o mancanza di informazioni hanno portato talvolta a risultati inferiori a quanto preventivato.



LA PROPOSTA

Per tale motivo proponiamo a tutti i soggetti che operano o intendono operare prossimamente nell'area di Srebrenica e dintorni di incontrarsi per avviare una conoscenza reciproca e verificare possibili collaborazioni sul campo. Può essere un'utile occasione di riflessione comune attorno alle particolari problematiche di Srebrenica, con l’intreccio fra esigenze materiali (ricostruzione, lavoro, servizi…) ed elaborazione del passato e delle memorie contrapposte che ancora dividono le persone e le comunità.

Ogni realtà italiana che opera a Srebrenica ha le proprie specificità, i propri settori di intervento ed i propri partner sul campo, ed è giusto che le mantenga. Un collegamento leggero e pragmatico tra tutti i soggetti non vuole essere perciò un modo di rinunciare alle singole specificità, ma di allargare e rafforzare l'impatto di ognuno a solo beneficio delle popolazioni con cui si coopera. Inoltre, la presenza stabile a Srebrenica dell’UTL attraverso progetti a Gestione Diretta in via di finalizzazione, permetterà anche in loco un più efficace coordinamento.

Con questo fine invitiamo ad un PRIMO INCONTRO SABATO 17 MAGGIO MATTINA a Bolzano, per avviare il filo di un ragionamento comune. Sappiamo che Bolzano è piuttosto decentrata rispetto al resto d'Italia, ma nell’occasione la riunione sarà affiancata da un convegno pubblico a carattere internazionale - “Tredici anni dopo Dayton. Quale futuro per la Bosnia Erzegovina e Srebrenica?” - che ci auguriamo possa risultare interessante. Il convegno vedrà la partecipazione tra gli altri del Sindaco e del Presidente del Consiglio Comunale di Srebrenica, ed avrà nel pubblico una delegazione di 35 giovani provenienti da Srebrenica, Bratunac e da altre aree della Bosnia Erzegovina e dei Balcani, in visita a Bolzano e Trento per tre giorni di incontri.

Augurandoci di potervi incontrare numerosi, inviamo cordiali saluti,



Dott. Aldo Sicignano
Direttore della UTL di Sarajevo

Edi Rabini
Fondazione Alexander Langer Stiftung





NOTE ORGANIZZATIVE

Le spese di viaggio e alloggio a Bolzano sono a carico di ciascun partecipante. La Fondazione Alexander Langer Stiftung può facilitare negli aspetti logistici, e se necessario può fornire una lettera d’invito per ottenere il visto. Link all'elenco degli alberghi in città.

Se qualcuno desidera partecipare dalla Bosnia Erzegovina assieme alla delegazione di giovani invitati, è a disposizione gratuitamente un autobus che partirà da Tuzla il giorno 14 maggio con rientro il 18.

La sede dell'incontro è in via Portici n. 30 a Bolzano, in centro storico pedonale, a 5 minuti a piedi dalla stazione dei treni. Link su come raggiungere la sala.

Per chi arriva in automobile si segnala che in tutto il territorio comunale di Bolzano è possibile parcheggiare solo negli spazi a pagamento, oppure gratuitamente presso la Fiera di Bolzano collegata con bus navetta al centro cittadino. Per maggiori informazioni sui parcheggi si veda il sito del Comune.

Per ulteriori informazioni e per una conferma della vostra presenza i contatti sono: Mauro Cereghini - Fondazione Alexander Langer Stiftung - tel. +39 0471 977691 - info@alexanderlanger.it