pro dialog

Adopt Srebrenica

I Balcani dalla guerra all'Europa. Visita di una delegazione di giovani dai Balcani per conoscere l'autonomia trentina e sudtirolese

 

Fondazione Alexander Langer Stiftung

Accademia Europea di Bolzano

Tuzlanska Amica

Master per “Mediatori dei conflitti e operatori di pace internazionali”

 

Col supporto di

Regione Trentino Alto Adige – Südtirol

Provincia Autonoma di Bolzano

Provincia Autonoma di Trento

Comune di Bolzano

 

I BALCANI DALLA GUERRA ALL'EUROPA

Sudtirolo e Trentino come luoghi di incontro e dialogo

 

Quattro giorni di visita-studio per una trentina di giovani da diverse aree dei Balcani. Questo è l'elenco degli incontri che le delgazioni avranno nelle giornate dal 15 al 17 maggio. Gli incontri sono a porte chiuse, chi fosse interessato a partecipare deve scrivere a info@alexanderlanger.it .

 

Mercoledì 14 maggio 2008

Arrivo a Bolzano delle delegazioni di giovani da Srebrenica, Bratunac e Prijedor in Bosnia Erzegovina, da Kraljevo in Serbia e da Pec-Peja in Kossovo.

  

Giovedì 15 maggio 2008

Conoscenza delle delegazioni dai Balcani con la realtà storica e istituzionale sudtirolese.

 

Ore 9.00 – 13.00

Incontro con esperti dell'Accademia Europea di Bolzano sugli aspetti storici e istituzionali del modello di Autonomia sudtirolese.

 

Ore 15.00

Incontro con il Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano presso la sede di Palazzo Widmann (solo per delegazione di Srebrenica).

 

Ore 16.00 – 18.30

Incontro di tutte le delegazioni dai Balcani con il Presidente del Consiglio della Provincia Autonoma di Bolzano, con illustrazione dell'attività istituzionale e delle regole di funzionamento del Consiglio.

 

Ore 14.30 – 18.30 (in contemporanea)

Workshop a porte chiuse presso l'Accademia Europea di Bolzano su (titolo provvisorio) “Un nuovo discorso per l’Europa”. Il workshop, organizzato da CIEMEN, EURAC e Fondazione Alexander Langer, viene inteso come preparazione per CONSEU - Conferenza di nazioni senza stato d’Europa, prevista a Barcellona per la fine del 2008.  

 

Ore 21.00: ADOPT SREBRENICA FEST

Luogo: Centro giovanile Bunker, via Castel Flavon 14 - Bolzano -.

Festa di benvenuto aperta alla cittadinanza. Musica a cura di Thomas Brancaglion, Radio Tandem.e del DJ Random M.

 

 
Venerdì 16 maggio 2008

 

Mattinata libera per singoli incontri tra le delegazioni ed i partner italiani, e per eventuali interviste con la stampa.

 

Ore 12.00 a Trento

Conferenza stampa dell'Assessore alla Solidarietà Internazionale della Provincia Autonoma di Trento con le delegazioni dai Balcani, presso la Sala stampa del Palazzo della Provincia, in piazza Dante 3.

 
Ore 14.00 – 18.00

Workshop a porte chiuse presso il Palazzo della Provincia Autonoma di Trento con le delegazioni dai Balcani e le associazioni di solidarietà internazionale trentine e sudtirolesi impegnate nell’area, per uno scambio di esperienze sui rispettivi progetti e modelli operativi.

 

Ore 20.30: evento pubblico in Trentino (da definire assieme alle associazioni locali ed alla Provincia).

 

 
Sabato 17 maggio 2008

 

Ore 9.00 – 13.00

Luogo: Scuola Professionale Italiana, via Santa Geltrude 3 – Bolzano. Incontro delle delegazioni dai Balcani con gli studenti del Master per Mediatori dei conflitti e operatori di pace internazionali, promosso dall’Università di Bologna e dalla Provincia Autonoma di Bolzano.

 
Ore 10.00 - 13.00 (in contemporanea)

Presso la Sala conferenze dell'antico Municipio di Bolzano in via Portici 30. Incontro tra ong, associazioni ed enti locali italiani che operano o intendono operare a Srebrenica, per un coordinamento ed una conoscenza reciproci. Incontro promosso in collaborazione con l'Unità Tecnica Locale di Sarajevo della Cooperazione Italiana – Ministero Affari Esteri. Leggi la lettera di invito.

  

Ore 14.30 – 19.00

Nell'Auditorium dell'Accademia Europea di Bolzano si svolgerà il Convegno pubblico “13 anni dopo Dayton: quale futuro per Srebrenica e la Bosnia Erzegovina?

 

  

Ore 21.00

SuoniVicini. Musik und Texte für Srebrenica, spettacolo aperto al pubblico, sempre nell'Auditorium dell'Accademia, con Roberta Biagiarelli, la MaxMaber Orkestar, Gianluca Paciucci e il cantautore Beppe Frattaroli.