Fondazione Fondazione bacheca 2018

Statuto CdA - Revisori Comitato Scientifico-Garanzia bacheca 2005 bacheca 2006 bacheca 2007 bacheca 2008 bacheca 2009 bacheca 2010 bacheca 2011 bacheca 2012 bacheca 2013 bacheca 2014 bacheca 2015 bacheca 2016 bacheca 2017 bacheca 2018
news 2018 alessandro leogrande migrazioni e conflitti ambientali conversione cologica-rotta adriatica laudato sì' perugia - assisi europa desiderabile
bacheca 2019 bacheca 2020 Bergamaschi Paolo-info Mezzalira Giorgio Info memoria adelaide aglietta andreina emeri anna segre anna bravo lisa foa renzo imbeni marino vocci giuseppina ciuffreda clemente manenti simone sechi Programma attività bilanci consuntivi Relazioni finali findbuch - archivio Quaderni della Fondazione
RE 2009-giardino dell'Arca (18) Spazio all'integrazione! (12)

1000 fotografie di Srebrenica – Il progetto di Adopt

22.7.2018, dalla pagina facebook di Adopt Srebenica

L'associazione "Adopt Srebrenica" ha fondato un Centro di Documentazione che consiste nella raccolta di quanto più possibile materiale fotografico, video e altri tipi di documentazione relativa al periodo precedente alla guerra.

Finora, sono stati raccolti oltre un migliaio di documenti e fotografie con l'obiettivo di preservare la memoria di Srebrenica e dei suoi cittadini.
“Durante la guerra, quando hanno lasciato Srebrenica, le persone non pensavano di portarsi dietro effetti personali che rappresentassero il ricordo di persone importanti. Attraverso questo progetto, raccogliamo documenti che poi pubblichiamo su Archos, una piattaforma archivistica professionale online, dove le persone possono cercare le fotografie che gli interessano. Cerchiamo di raccogliere più foto possibili per archiviarle sul portale internet e allo stesso tempo ricordare il tempo passato. Nelle fotografie c'è un'immagine di Srebrenica che proviamo a far tornare e rivivere”, ci dice Bekir Halilovic, presidente dell'assemblea dei soci di Adopt Srebrenica.
Il progetto ha avuto origine dall'intenzione di raccogliere fotografie di famiglie che hanno perduto i propri cari durante la guerra. “Insieme alle fotografie, vorremmo anche raccoglierne la descrizione, il ricordo che le persone conservano dei propri cari, per pubblicarla a fianco delle foto. Quando qualcuno vede in fotografia una persona cara, prova un sentimento che è difficile descrivere, un'emozione indescrivibile”, continua Halilovic.
L'associazione Adopt Srebrenica ha ricevuto diversi premi ed è nata con l'obiettivo di promuovere una cultura di convivenza interetnica, di pace, rispetto dei diritti umani, protezione delle minoranze, antidiscriminazione e risoluzione dei conflitti nonviolenta.

"L'Associazione ha visto la partecipazione di tantissime persone e ha promosso molti progetti, come la "Settimana della memoria", con l'obiettivo di parlare di quello che è successo 23 anni fa. Questa iniziativa dura da molti anni ed è stato affiancato da altri progetti. La settimana della memoria quest'anno si terrà dal 25 al 30 agosto.

pro dialog