Fondazione | Alexander Langer | Stiftung

Quaderno 4 della Fondazione: I fiori di Srebrenica
19.11.2015, collaborazione con una città

Ci sarà bisogno di tempo per riconoscere le vittime e far si che gli uni agli altri dicano e sentano che gli dispiace. E quando ciò avverrà potranno dire di aver vinto. Il passato non può essere dimenticato. E non deve. Per andare avanti le lezioni del passato possono essere una bussola. Per indicare come si deve e come non si deve fare. Perché se di nuovo seppelliamo la verità e se la giustizia non raggiunge coloro che hanno compiuto il male, diamo di nuovo la possibilità che qualcun altro, sulle ferite mai guarite del passato, uccida altre nuove Srebrenica. Nel frattempo è necessario aiutarli a costruire. Insieme.

(Irfanka Pašagić)

I fiori di Srebrenica