Premio Internazionale Premio Internazionale premio 2017 - Angalià - Asgi

Premio regolamento Libro Premi Langer alla CAmera Anna Bravo: il filo rosso dei Premi I premi 1997-2018 Premio 1997 Algeria Premio 1998 Ruanda Premio 1999 Cina Premio 2000 Kosovo-Serbia Premio 2003 Italia Premio 2004 Polonia Premio 2001 Israel-Palest. Premio 2002 Ecuador Premio 2005 Bosnia Erzegovina Premio 2007 Sudafrica Premio 2006 Indonesia Premio 2008: Somalia premio 2009: Iran premio 2010 Fondazione Stava premio 2011 Haiti premio 2012 Tunisia premio 2013 - Donatori di musica Premio 2014 Borderline Sicilia Premio 2015 - Adopt, Srebrenica premio 2017 - Angalià - Asgi
motivazioni
premio 2018 - Istituto Arava
premi Langer 1997- 2011 (18) Premio 2004 (2) Premio 2005 (13) Premio 2006 (8) Premio 2007 (15) premio 2008 (18) premio 2008 -II (18) premio 2009 (36) premio 2010 (6) premio 2011 - haiti (36) premio 2012 - Tunisia (26) premio 2013 - Donatori di musica (15)

ASGI - presentazione

31.5.2017, Maria Bacchi e Fausto Stocco

L'ASGI nasce non a caso nel 1990 da un gruppo di avvocati, giuristi e studiosi, che nell'anno in cui l'Italia fa la sua prima legge sull'immigrazione (la cd legge Martelli) e la sua prima sanatoria, si rende conto che si sarebbe aperta una fase nuova nello sviluppo della società italiana, proiettando il nostro paese, ancora molto provinciale, in una nuova dimensione di confronto con persone provenienti da Paesi terzi e portatori di diversità linguistiche, religiose e culturali.

L'ASGI nasce con l'obiettivo di orientare l'attività del Legislatore italiano ad adottare norme che disciplinino l'ingesso e il soggiorno degli stranieri e degli asilanti che siano rispettose dei diritti fondamentali della persona e siano conformi ai principi costituzionali. Parimenti l'attività di ASGI si è sempre mossa anche sul piano dello sviluppo di attività di sensibilizzazione rivolte alla società italiana affinchè sviluppi un approccio positivo verso i cambiamenti profondi che le migrazioni internazionali producono nel tessuto sociale.

L’ASGI ha per oltre vent'anni, contribuito con suoi documenti all’elaborazione dei testi normativi statali e comunitari in materia di immigrazione, asilo e cittadinanza, promuovendo nel dibattito politico-parlamentare e nell’operato dei pubblici poteri la tutela dei diritti nei confronti degli stranieri.

Inizialmente formata da professori universitari e avvocati, nel tempo essa è diventata punto di riferimento di associazioni, enti pubblici e privati, oltre che di studenti, praticanti avvocati, assistenti sociali e quanti hanno interesse e necessità di rimanere aggiornati e confrontarsi giornalmente di fronte all’evolversi del fenomeno dell’immigrazione.

ASGI ha sempre mantenuto la sua caratteristica di associazione basata sul volontariato (la struttura operativa attuale poggia su solo tre lavoratori) anche in modo da non diventare un “progettificio” e mantenere la propria piena indipendenza da finanziamenti pubblici.

Oggi è un vasto network di persone che si scambia informazioni, riceve e fornisce aggiornamenti sulle prassi, realizza progetti che hanno un forte impatto sul territorio e modificano norme e leggi discriminatorie partecipa  e organizza  formazione , diffondendo sul territorio una cultura dell’integrazione attraverso la tutela dei diritti.

Tra i soci ASGI sono aumentati nel tempo  i cittadini e le cittadine stranieri/e, vi è un numero maggiore di associate donne ed e’ in aumento il numero di chi vive e opera nell’Italia del Sud, area fortemente toccata dagli arrivi di profughi  e da sempre più frequenti situazioni di sfruttamento lavorativo. .

ASGI è particolarmente attiva nel campo editoriale, nello studio, nell’analisi e nella divulgazione delle norme, della giurisprudenza e della prassi in materia di stranieri, diritto d’asilo e cittadinanza. Dal 1999 al 2016 è attiva con  la pubblicazione della rivista “Diritto Immigrazione e Cittadinanza, promossa in collaborazione con Magistratura Democratica ed edita da Franco Angeli Editore allo scopo di dotare di strumenti conoscitivi coloro che operano nel settore dell’immigrazione, per meglio svolgere le funzioni di tutela e rappresentanza nei rapporti con la pubblica amministrazione ed in sede giurisdizionale.

Asgi è oggi un'associazione consolidata che opera sul piano dei diritti dei migranti con assoluta continuità e indipendenza, interloquendo, collaborando -e confliggendo quando serve- con qualunque tipo di governo o istituzione, qualora siano in gioco i diritti di chi migra, si stabilisce o transita per il nostro paese. Quello che la rende un'eccellenza virtuosa, anche a livello europeo, sono la durata e la forza giuridica di un'associazione che si basa sul puro volontariato.

Cosa fa Asgi

 

 

Rispetto al tema della gratuità : ASGI è una associazione e rete di professionisti legali e operatori, serve quindi distinguere le attività del singolo professionista e quelle propriamente associative (advocacy, informazione e approfondimento, formazione, ecc.)

Le azioni di advocacy – pareri su proposte di legge, commenti e analisi normative ecc. sono evidentemente gratuite.

Le attività informative di redazione schede, pareri, analisi – tramite sito e newsletter – sono gratuite.

Le attività formative possono esserlo o meno – a seconda dei casi. Molto spesso sono realizzate a progetto (es. formazioni SPRAR) e quindi gratuite.

Le azioni legali si svolgono secondo le regole di funzionamento dell’ordinamento: se promosse da ASGI in prima battuta dove possibile, sono ovviamente gratuite; lo sono anche attraverso il meccanismo normale del supporto legale nei contenziosi giudiziari attraverso le norme previste per il diritto al gratuito patrocinio, che ASGI difende in diverse sedi (http://www.asgi.it/tag/gratuito-patrocinio/)

L'home page del sito può dare una idea dei tanti aspetti delle migrazioni su cui l'associazione opera:

 

 

pro dialog