pro dialog
Prossimi eventi e news, Fondazione Alexander Langer Stiftung

1. Evento 09.06: Un giardino per la musica – Kunst-Garten
Inaugurazione del Giardino d'Inverno dell'ospedale di Bolzano
2. Evento 18.06: Il Sudtirolo: territorio di accoglienza, di transito e di confine
Sguardi sulla situazione attuale da molteplici punti di vista / tavoli di discussione
3. Evento 01-02.07: Euromediterranea 2016 - anticipazione
4. Lettera delle madri di Piazza Tienanmen


1. Giovedi 9 giugno Bolzano, ore 19.00
Un giardino per la musica – Kunst-Garten
Inaugurazione del Giardino d'Inverno dell'ospedale di Bolzano

Sopra il reparto di oncologia, ascensore azzurro secondo piano
Concerto/Konzert Donatori di Musica con/mit Monteverdi Wind Chamber Ensemble, Direttore/Direktor: M. Fabio Neri.

Gli artisti del gruppo Terrae hanno donato al giardino pensile dell'ospedale di Bolzano delle opere di decorazione realizzate con materiali naturali. 
Gli spazi ospedalieri dedicati al soggiorno, all’attesa, alla ricreazione, divengono così a tutti gli effetti “spazi della Cura”, grazie anche alla creazione di inediti scenari. È la rappresentazione concreta del tentativo di promuovere la cultura di una Cura che si prenda carico anche del valore esperienziale della malattia, oltre la mera terapia dell’affezione morbosa, provando a favorire l’integrazione di sensazioni di pace, gioia e serenità all’interno dello spazio-tempo della malattia, proprio nei luoghi simbolo del dolore e della sofferenza”, Dott. Claudio Graiff, primario oncologia medica.

Donatori di musica, Premio Alexander Langer 2013
Dalle motivazioni del premio: “...Donatori di Musica - una rete di artisti, medici, infermieri e volontari che prende il nome dall'impegno a organizzare, prevalentemente in reparti oncologici, stagioni di concerti...puntano a contrastare un modello di medicina che ancora tende a sequestrare il paziente in una enclave istituzionalizzata, a rinchiuderlo nell'identità esclusiva di "malato di cancro"...Per rompere la segregazione, per dare spazio alle molte cose che un malato continua a essere, la via maestra è costruire legami fra i degenti, i loro familiari e amici, gli artisti, gli operatori sanitari. Un lavoro che non può accontentarsi della performance isolata perché vuole tempi lunghi, continuità, sapienza sedimentata, un contorno coerente".

2. Sabato 18 giugno Bolzano, ore 16.00-19.00
Il Sudtirolo: territorio di accoglienza, di transito e di confine - Sguardi sulla situazione attuale da molteplici punti di vista
Südtirol & Menschen auf der Flucht: Aufnahme-, Transit- und Grenz-Land

Dove - Wo: Centro Trevi, Bolzano
L'obiettivo dell'iniziativa è quello di facilitare uno sguardo sul tema dell'accoglienza da diversi punti di vista, da quello delle Istituzioni a quello degli attori del terzo settore e del volontariato. Il fine è quello di facilitare lo scambio tra attori e realtà territoriali diverse per rinforzare la risposta locale a questa sfida e promuovere il lavoro di rete.

PROGRAMMA (Relatori da confermare)
Ore 16:00 - Introduzione e tavola rotonda
· Relazione d'apertura: Comunità di Sant'Egidio, Roma
Tavola rotonda con:
· Commissariato di Governo di Bolzano
· Provincia Autonoma di Bolzano
· Livello comunale
Ore 17:20 - Tre tavoli tematici di scambio e discussione
1. Le stazioni ferroviarie come luoghi di transito per profughi e luoghi di controllo di polizia: possibilità di assistenza umanitaria e legale, scambio tra la realtà milanese e Bolzano/Brennero
2. La micro-accoglienza in famiglia: buone pratiche e possibilità in Alto Adige di un progetto pilota
3. Il ruolo delle cooperative sociali e modelli di accoglienza: scambio di esperienze
Ore 18:30 - Presentazione dei risultati in plenaria

Ore 20:00 si svolgerà in piazza Municipio a Bolzano, in occasione della “Notte Bianca dei libri” ed in collaborazione con la libreria UBIK, la presentazione del libro “La frontiera” con l'autore Alessandro Leogrande e il giornalista Gabriele di Luca.
Descrizione completa dell'evento


3. Venerdi 1- Sabato 2 luglio 2016, Bolzano
EUROMEDITERRANEA 2016, “Per una comunità Euromediterranea”
Siamo felici di annunciare che anche quest'anno si terrà la nostra tradizionale manifestazione Euromediterranea e presto diffonderemo il programma definitivo. Di seguito un'anticipazione.


Vorremmo dedicare questa edizione al dialogo sull'Europa e le sue attuali sfide. Saranno con noi alcuni tra le destinatarie e i destinatari del Premio Alexander Langer, assegnato ogni anno dal 1997, che si incontreranno per una valutazione comune, in dialogo con Francesco Palermo (Senatore, Presidente del Comitato Consultivo per la Convenzione-quadro per la protezione delle minoranze nazionali al Consiglio d'Europa) e Bodil Valero (Parlamentare europea - Gruppo Verde/Alleanza libera):

Alejandro Calzada Cárdenas, Borderline Sicilia, Italia, Premio Langer 2014
Bochra Behadj Hmida – ATFD, Tunisia, Premio Langer 2012
Elio Sommavilla, Villaggio Ayuub, Somalia, Premio Langer 2008
Irfanka Pasagic, Srebrenica / Bosnia Erzegovina, Premio Langer 2005
Krzyzstof Czyzewski, Borderland Foundation, Sejny / Polonia, Premio Langer 2004

A loro chiederemo di riflettere sulle nuove e impegnative domande che molte regioni europee, fra queste anche l'Alto Adige-Südtirol, crocevia di lingue e culture, si trovano ad affrontare. La più pressante, l'arrivo di numerosi migranti in cerca di nuove occasioni di vita, in fuga da guerre, crisi economiche ed ambientali, pesanti violazioni dei diritti umani.

Con la consegna del premio, nel corso degli anni ci sono venute incontro persone e associazioni impegnate in prima fila per la pace, la libertà, la salvaguardia dei diritti umani, dell’ambiente, delle specie. Persone, attive ancora oggi, che hanno mostrato il talento di saper agire in situazioni di conflitto con lo spirito della nonviolenza e dei costruttori di ponti. I premi Langer sono diventati per noi dei preziosi “sensori” e “campanelli d'allarme” di ciò che merita attenzione, da parte di comunità consapevoli delle profonde interconnessioni tra ciò che avviene in casa propria e in luoghi apparentemente lontani, da dove arrivano – come insostituibili ambasciatori – molti nostri nuovi concittadini.

4. Lettera delle madri di piazza Tienanmen

Segnaliamo questa notizia dalla Cina. Per la prima volta in 27 anni, la lettera annuale del gruppo che riunisce i familiari delle vittime del massacro di Piazza Tienanmen non è preparata dalla fondatrice Ding Zilin (Premio Langer 1999). I 131 firmatari denunciano “decenni di abusi di ogni tipo, controlli e violazioni alle libertà civili”, ma aggiungono: “Avete fatto tutto quello che potevate, ora non abbiamo più paura”. Le richieste di verità, responsabilità e risarcimento “restano immutabili”. “Usiamo il nostro immenso amore materno per dire in pubblico alle future generazioni: non vi piegate alla forza bruta, affrontate ogni entità malvagia con coraggio, e la giustizia prevarrà!”.
Qui l'intero testo della lettera


Cordiali saluti,
Fondazione Alexander Langer Stiftung Onlus
Per info: info@alexanderlanger.net
0471/977691

Lokal denken, Global handeln
Un buon investimento in convivenza e solidarietà
5‰ cinque per mille - Fünf Promille
C.F. 94069920216 St.Nr