Euromediterranea Euromediterranea 2013 - L'arte del prendersi cura biografie-bibliografie

2003: peace/guerra Frieden 2004: Europa 25-es.Polonia 2005: Langer/Srebrenica 2006: Anak Indonesia 2007: Aids - Sudafrica 2008: Ayuub - Somalia 2009: equal rights Iran 2010: memoria attiva 2011 haiti alive 2012 - Arabellion - Tunisia 2013 - L'arte del prendersi cura
biografie-bibliografie
rassegna stampa
2014 - Borderlands 2015 - Da Langer a Srebrenica 2016 Euromediterranea 2017 - Andare oltre 2018 - Una terra in dialogo 2019 - Pro Europa 2022 - Legami Beziehungen
2005 10 anni con Alex (15) 2005 Brindisi per Alex (7) 2005 euromed - Sarajevo (6) 2005 Ricordi (5) 2006 Children of Memory (13) 2006 euromed-Ibu award (14) 2012 Arabellion! Donne in cammino (0) euromed 2005 - Brenner/o (11) euromed 2005 - Convivenza (12) euromed 2005 - ecologia (12) euromed 2005 - Hallo Ibrahim (2) euromed 2005 - Landtag (5) euromed 2005 - musica (19) euromed 2005 - srebrenica (17) euromed 2005 - srebrenica 2 (18) euromed 2005 - srebrenica 3 (17) euromed 2005 - srebrenica 4 (14) euromed 2005 - summerschool (18) euromed 2005 - summerschool 2 (19) euromed 2005 - summerschool 3 (6) euromed 2009 - Iran (58) euromed 2013-donatori musica (46) Euromed 2015-alex/Bosnia (40) euromediterranea 2011 - Haiti alive (14) EUROMEDITERRANEA 2014 BORDERLANDS (2) EUROMEDITERRANEA 2016 (21) Euromediterranea 2022 - Legami Beziehungen (2)

Biografia: Olivia Fiorilli

26.6.2013, Università La Sapienza di Roma

Tesi: La costruzione dell'infermiera moderna: genere, controllo dei corpi, immaginario (1900-1930)

Tutor: Patrizia Gabrielli, Luc Berlivet

Abstract: 

L’obiettivo della ricerca è quello di esplorare il processo di costruzione sociale – in particolare i discorsi che la hanno sostenuta - della figura dell’”infermiera moderna” "modello Nightingale" in Italia nel primo trentennio del novecento: un arco temporale durante il quale, attraverso il fondamentale spartiacque della grande guerra, si passa dalle prime affermazioni della necessità di riservare il (ri)costituendo campo dell’assistenza alle donne di classe media alla formulazione di una legge per la regolamentazione delle scuole per infermiere e assistenti sanitarie visitatrici, interdette agli uomini. L’intenzione è quella di analizzare il modo in cui una serie di mansioni e di atti che erano stati svolti indistintamente da uomini e donne divengono nell’immaginario collettivo specificamente e essenzialmente “femminili” e quindi di esplorare - attraverso un “caso circoscritto” – i processi di costruzione sociale del genere. La specificità del campo di analisi scelto – la costruzione di una figura chiave della trasformazione dell’istituzione ospedaliera e del rinnovamento delle tecniche di gestione della salute pubblica e della “vita” della popolazione, una figura indissolubilmente legata alla crescente affermazione dell’igiene come disciplina – permette di analizzare da un’angolatura inusuale il modo in cui si incrociano e si sostengono vicendevolmente tecniche di controllo dei corpi, dispositivi biopolitici e “tecnologie del genere”

 

Dottorato di ricerca università La Sapienza di Roma

 

 

olivia_fiorilli.doc (56 KB)
pro dialog