Fondazione Fondazione C.d.A. (Consiglio d'Amministrazione) & Revisori

Statuto C.d.A. (Consiglio d'Amministrazione) & Revisori
Comitato Scientifico-Garanzia Staff Programma attività Relazioni finali bilanci consuntivi Ich trete bei - mi associo Quaderni della Fondazione bacheca 2005 bacheca 2006 bacheca 2007 bacheca 2008 bacheca 2009 bacheca 2010 bacheca 2011 bacheca 2012 bacheca 2013 bacheca 2014 bacheca 2015 bacheca 2016 bacheca 2017 bacheca 2018 bacheca 2019 bacheca 2020 bacheca 2021 bacheca 2022 Bergamaschi Paolo-info Mezzalira Giorgio Info memoria adelaide aglietta andreina emeri anna segre anna bravo lisa foa renzo imbeni marino vocci giuseppina ciuffreda José Ramos Regidor clemente manenti simone sechi findbuch - archivio Comunicati Stampa
RE 2009-giardino dell'Arca (18) Spazio all'integrazione! (12)

Consiglio d'Amministrazione 2022

14.3.2022

 

CdA - eletto 14.3.2022

Valentino Liberto (presidente), Giulia Galera (vicepresidente), Silvano Motto (tesoriere), Clara Bassan, Federico Faloppa, Sabina Langer, Marzio Marzorati, Simonetta Nardin, Edi Rabini, Christine Stufferin

 


Revisore legale dei conti
- organo di controllo

dott. Piergiuseppe Nicoletti

 

 

Breve presentazione dei consiglieri e delle consigliere:

 

Clara Bassan

Sono nata nel 1993 e vivo in provincia di Vicenza. Dopo essermi laureata  in Storia a Padova e in Storia transnazionale all’Università di Ginevra, attualmente sono  una dottoranda in Storia contemporanea presso l’Università di Torino. Mi interesso alla  storia dei movimenti ecologisti e dei partiti verdi e il mio progetto di tesi si concentra sulla figura di Alexander Langer al Parlamento europeo.

 


Federico Faloppa, Cuneo 1972

Conseguito il dottorato di ricerca a Royal Holloway, università di Londra, ha insegnato nelle università di Birmingham, Granada, Londra e Torino. Attualmente è professore di Storia della lingua italiana e di Sociolinguistica all’università di Reading. Ha lavorato come editor e ha svolto attività di consulenza su
argomenti linguistici e interculturali presso enti pubblici e organizzazioni non governative. Le sue ricerche si sono rivolte soprattutto allo studio degli stereotipi etnici e della costruzione linguistica della diversità.

 


Giulia Galera

Vipitenese di nascita, è attualmente ricercatrice presso l'Istituto Euricse di  Trento, che studia le imprese sociali e le imprese cooperative. Tra i suoi interessi di ricerca vi sono il ruolo e il potenziale del terzo settore nel favorire percorsi di inclusione sociale e lavorativa di persone fragili, nell’accogliere richiedenti asilo, rifugiati e detentori di varie forme di protezione internazionale, nel promuovere un sistema sanitario di prossimità e, in generale, nel lottare contro le disuguaglianze e costruire una società più coesa e democratica. Ho coordinato numerosi progetti europei e collaborato con varie istituzioni
internazionali e nazionali; è presidente dell'impresa sociale Miledù di Como.

 


Sabina Langer

Mi occupo di educazione politica e di educazione alla cittadinanza e alla democrazia nelle scuole. Laureata in filosofia politica, il mio interesse è da sempre l'arte del vivere insieme. Come facilitatrice linguistica mi sono occupata di insegnamento/apprendimento dell'italiano come veicolo di convivenza; come redattrice e autrice di testi scolastici ho cercato di contribuire al benessere di alunn* attraverso strumenti didattici inclusivi; ora sono dottoranda in pedagogia presso la Libera Università di Bolzano/Bozen e studio la possibilità di potenziare la voce studente attraverso l'educazione civica. Da
oltre 20 anni la Bosnia Erzegovina è un po' casa, anche grazie ai progetti con la Fondazione Alexander Langer Stiftung.

 


Valentino Liberto

Nato in Sudtirolo nel 1989, è giornalista praticante del portale d’informazione online “Salto.bz”. Scrive di politica e cultura (soprattutto letteratura), ogni tanto traduce dal tedesco all’italiano. Come volontario del gruppo locale di Greenpeace a Pisa, si è occupato di formazione nelle scuole e comunicazione. Ha  pubblicato alcuni testi sul pensiero ecologista, nonviolento e inter-etnico di Alexander Langer, che legge (e rilegge) da quando iniziai a riflettere sulla propria identità "mista". Dal marzo 2022 è Presidente della Fondazione Alexander Langer Stiftung.

 

Marzio Marzorati

Viaggiatore e divulgatore ambientale, agisco in Legambiente Lombardia dal 1990, sono stato vice Presidente, direttore e responsabile Parchi e Aree protette, oggi sono responsabile della struttura educativa e di accoglienza di Primalpe (Canzo, Como) e seguo la progettazione ambientale. Sono presidente dell’Agenzia Innova21 in provincia di Monza e Brianza che si occupa di sviluppo sostenibile, presidente del Parco Nord Milano, coordinatore di Federparchi Lombardia. Sono componente del Consiglio di amministrazione della ONG di cooperazione COSPE di Firenze. Faccio parte del Comitato di Indirizzo di ARPA Lombardia. Sono stato assessore all’ambiente, ai servizi sociali e alla persona del Comune di Seveso dal 1998 al 2008, cooperante e consulente nella cooperazione internazionale dal 1983 al 1996 in Nicaragua, Cile, Bolivia, Guatemala, Niger e Mozambico. Vivo a Seveso e amo Milano. Ho allevato e accudito api in Brianza, in Toscana in Nicaragua, in Lombardia e oggi a Prim’Alpe sulle Prealpi di Como.

 

Silvano Motto

Ho 55 anni, sono laureato in ingegneria elettronica ed attualmente ricopro il ruolo di amministratore in due società attive nel settore del biologico, una di retail ed una di trasformazione, di cui sono anche socio fondatore. Nello svolgimento del mio impegno nel mondo profit, ho sempre ritenuto fondamentale gestire tempo ed energie in modo da poterne dedicare una parte significativa ad attività di volontariato: dal 1999 in attività di cooperazione internazionale all’interno del Circolo Alex Langer di Viareggio, di
cui sono presidente dal 2005; dal 2006 socio COSPE, di cui sono stato membro del direttivo e tesoriere. Dal 2018 sono entrato a far parte del CdA della Fondazione Alexander Langer, di cui ricopro l’incarico di tesoriere.

 

Simonetta Nardin

Bolzanina, esperta in comunicazione, è rientrata da qualche anno a Bolzano dopo una lunga esperienza lavorativa all’estero, prima in Africa Occidentale presso l’ufficio regionale dell’UNICED ad Abidjan e poi a Washington dove ha lavorato presso il dipartimento comunicazione del Fondo monetario Internazionale e, tra il 2014 e il 2018, ne ha diretto l’ufficio stampa.

 

Edi Rabini, Bolzano 1943

L'alluvione di Firenze 1966 favorisce incontro con Alex in gruppo spontaneo e impegno politico. Collaborazione professionale al PE dal 1989. Tra i promotori della Fondazione nel 1999. Coautore della raccolta antologica “Il viaggiatore leggero”, Sellerio 1996.

 


Christine Stufferin

Traduttrice italo-tedesco-franco-bretone - in Fondazione, a fasi alterne e a vario titolo, dal 1999.

pro dialog