Premio Internazionale Premio Internazionale premio 2009: Iran

Premio regolamento Libro Premi Langer alla CAmera Anna Bravo: il filo rosso dei Premi I premi 1997-2018 Premio 1997 Algeria Premio 1998 Ruanda Premio 1999 Cina Premio 2000 Kosovo-Serbia Premio 2003 Italia Premio 2004 Polonia Premio 2001 Israel-Palest. Premio 2002 Ecuador Premio 2005 Bosnia Erzegovina Premio 2007 Sudafrica Premio 2006 Indonesia Premio 2008: Somalia premio 2009: Iran
rassegna stampa arresto Narges 2015 link motivazione Premio
premio 2010 Fondazione Stava premio 2011 Haiti premio 2012 Tunisia premio 2013 - Donatori di musica Premio 2014 Borderline Sicilia Premio 2015 - Adopt, Srebrenica premio 2017 - Angalià - Asgi premio 2018 - Istituto Arava
premi Langer 1997- 2011 (18) Premio 2004 (2) Premio 2005 (13) Premio 2006 (8) Premio 2007 (15) premio 2008 (18) premio 2008 -II (18) premio 2009 (36) premio 2010 (6) premio 2011 - haiti (36) premio 2012 - Tunisia (26) premio 2013 - Donatori di musica (15)

Rai Radio 3 Mondo su Narges Mohammadi

24.7.2020, account twitter

Narges Mohammadi, 48 anni, è attualmente prigioniera di coscienza nel carcere iraniano di Zanjan, dove è stata trasferita sei mesi fa.
Collaboratrice di Shrin Ebadi, Premio Nobel per la pace nel 2003, è portavoce e vicepresidente del Centro per la difesa dei diritti umani in Iran e presidente del comitato esecutivo del Consiglio Nazionale della pace dal 2008. Attiva in difesa dei diritti umani fin dai tempi dell’università, nel 2009 vinse il premio Alexander Langer, conferito a persone che con il proprio lavoro attraverso “scelte coraggiose, indipendenza di pensiero, forte radicamento sociale, siano capaci di illuminare situazioni emblematiche e strade innovative”. Già condannata al carcere nel 2012 era poi stata rilasciata per le sue precarie condizioni di salute. La donna è infatti gravemente malata, soffre di embolia polmonare e di un disturbo neurologico. Al momento è detenuta in isolamento, malata di Covid, e senza cure medicheI suoi figli hanno lanciato un appello su Facebook. L’Iran è uno dei Paesi mediorientali maggiormente colpiti dal Covid. Sono 14.634 i decessi confermati e se finora i dati ufficiali parlavano di quasi 270 mila contagi, uno studio pubblicato negli ultimi giorni dal ministero della Salute iraniano stima il possibile numero dei contagi in 25 milioni. 

Venerdì 24 Luglio alle 11.00 Anna Maria Giordano ne ha parlato con Sabri Najafi, attivista iraniana per i diritti umani.

 ascolta la registrazione del programma seguendo il link: 

 

https://www.raiplayradio.it/articoli/2020/07/Radio3-mondo-regime-proteste-prigionieri-politici-Tehran-campagna-diritti-umani--812ed3e3-add2-4e7d-bf68-50fb48141434.html

 

Credit:

pro dialog