Alexander Langer Alexander Langer Racconti, ricordi e dediche

Scritti di Alex Langer Racconti, ricordi e dediche
video/audio Abbi cura - Trag Sorge
bibliografie - recensioni Tesi e ricerche Riviste Video - Audio
alexander langer (22) Cassar-Simma: Abbi cura - Trag Sorge - Take Care (11)

Luisa Morgantini: Il giusto "fare"

8.7.1995, Il Manifesto
Ieri non sono stata al funerale di Alex; ho scelto di "continuare a fare quello che è giusto", a Londra, all'incontro della Helsinki Citizen Assembly per incontrare i rappresentanti di diversi paesi dell'Est ed invitarli alla marcia della pace Perugia-Assisi del 24 settembre.

Mi sto chiedendo con angoscia se è giusto, se questo anteporre sempre il "fare" non porti poi all'ultimo gesto di Alex, così comprensibile, così forte e così irrimediabile. Il suo gesto l'ho pensato tante volte, il non poterne più, il vedere che il mondo va così storto, che il vero, il bello, il giusto, il buono è la semplicità che quasi mai si fa.

Negli anni abbiamo imparato ad accettare il poco, a storicizzare, a pensare che fino a quando incontravi sulla tua strada o a qualche semaforo gli occhi sperduti e tristi di un immigrato, almeno per dare un senso alla propria vita, valeva la pena perdere amori, usare tute le sue energie fino allo stordimento pur di alleviare l'angoscia di quegli occhi.

E allora cercando di fare il possibile per il Nicaragua, per la Palestina, per la Bosnia, contro la mafia, contro i nazionalismi, contro la guerra.

Alex era infaticabile, mai il più piccolo risparmio per sé, lo ricorda così anche Leyla Shaid, rappresentante palestinese dell'Unesco. Alex al parlamento europeo era riuscito ad organizzare parecchie cose per rendere più forte l'impegno nella realizzazione della soluzione di due popoli per due stati in Palestina e in Israele.

Era tenero Alex, di una sensibilità e dolcezza straordinarie. Avremmo potuto fare qualcosa per lui? Non so pensare alle sue ultime ore. Per favore non si dica che non si crede al suicidio, sarebbe come togliergli valore. Che la terra ti sia lieve Alex.

Con amore

Luisa Morgantini, Roma
pro dialog