pro dialog

Euromediterranea

DUMÈLA, SUD AFRICA! Sguardi sul Cinema della "Nazione Arcobaleno" - Una rassegna di film. A Bolzano la tappa con il film Yesterday. Giovedì 28.6 ore 21 Filmclub

L’11 giugno è iniziato da Bologna la rassegna “Dumèla, Sud Africa! Sguardi sul Cinema della “Nazione Arcobaleno”, una panoramica sulla produzione cinematografica del Sudafrica.

 

 La rettrospettiva, che terminerà a Siena in novembre, è organizzata dall’Associazione 3E-medi@, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e la partecipazione della National Film and Video Foundation of South Africa. Le tappe della rassegna sono Bologna, Roma, Bolzano, Trieste, Torino, Milano e Siena. Sette lungometraggi e dodici cortometraggi parlano della discrimanzione razziale e dell’energia di una giovane democrazia in crescita (Come Back, Afrika, 1959 e Red Dust, 2004), il desiderio di aprirsi al resto del mondo (Bunny Chow, 2006), la ricchezza di risorse naturali al confronto della persistente povertà delle township (Tsotsi, 2005), il benessere di tipo occidentale e il dramma dell’AIDS (Forgiveness, 2004 e Yesterday, 2004 che viene presentato a Bolzamo il 28 giugno). Per informazioni sul programma completo scrivere a info@3e-media.org.

 

 

 

COME BACK, AFRICA

Lionel Rogosin, 1959, docu-fiction, 96’, 35mm

Cast: Arnold Aunty, Miriam Makeba, Vinah Bendile, Zachariah Mgabi

Copia restaurata dalla Cineteca di Bologna.

Zachariah è uno zulu molto povero che si trasferisce a Johannesburg per trovare un lavoro e sostenere economicamente la famiglia. In città lo aspettano vari impieghi, tutti segnati dal razzismo imperante: scende in una miniera, si adatta a fare il domestico per una famiglia di bianchi, poi lavora in un garage e in un ristorante. Nel tempo libero si intrattiene con i compagni nelle bettole riservate ai neri; qui circolano a fiumi gli alcolici illegali e si discute vivacemente della segregazione razziale. La moglie e il figlio lo raggiungono nel sobborgo di Sophiatown, ma la speranza lascia presto il posto alla tragedia: mentre Zachariah è trattenuto dalla polizia, un teppista di colore, ancor più disgraziato di lui, irrompe nella squallida baracca dell’uomo e uccide sua moglie.

VENEZIA 2004 – Orizzonti (anteprima della versione restaurata)

 

FORGIVENESS

Ian Gabriel, 2004, fiction, 112’, videoCast: Arnold Vosloo, Quanida Adams, Zane Meas

Il film sarà distribuito in Italia da Medusa Video

Tertius Coetzee, ex agente di polizia ai tempi dell’apartheid, si reca in un villaggio di pescatori dove vive la famiglia di Daniel, una delle sue vittime. Nonostante sia stato assolto dai crimini commessi, Coetzee è schiacciato dai sensi di colpa. Perdono, oblio, redenzione sono temi ormai ricorrenti nel cinema sudafricano. L’incontro con la famiglia sarà carico di grande tensione, la presenza di Coetzee fa riemergere un dolore insostenibile. Il film solleva interrogativi etici sul concetto cristiano del perdono cui non è facile trovare una risposta…Arnold Vosloo, l’attore protagonista del film, è noto al grande pubblico come interprete del Gran Sacerdote Imhotep della serie La mummia.

LOCARNO 2004 (Premio Diritti Umani, Premio Giuria Giovani)


DRUMZola Maseko, 2004, fiction, 94’, 35mmCast: Taye Diggs, Tumisho Masha, Moshidi MotshegwaAnni ’50. Henry Nxumalo, uno dei più importanti giornalisti sudafricani, decide di aprire un'indagine sulla condizione dei lavoratori agricoli nella zona della Transvaal. Per denunciare sfruttamenti, miseria e ingiustizie sociali, si fa assumere come contadino in un'azienda dove i lavoratori vengono trattati come schiavi. In seguito si fa arrestare per provare le condizioni disumane dei carcerati nell'Africa di oggi. I suoi reportage appaiono sulla celebre rivista "Drum", un giornale che diventa fonte di imbarazzo per le autorità e che deve essere ridotto al silenzio...

CANNES 2005 – Settimana della Critica

 RED DUSTTom Hooper, 2004, fiction, 104’, 35mmCast: Hilary Swank, Jamie Bartlett, Chiwetel Ejiofor

Nel Sud Africa post-apartheid, il poliziotto Dirk Hendricks, condannato per le sevizie sull'attivista politico Alex Mpondo e sul suo amico Steve Sizela, fa domanda di amnistia. Ma Mpondo, ora membro del parlamento, si oppone alla richiesta e accusa Hendricks di essere responsabile anche della scomparsa di Sizela. A rappresentarlo nella sua battaglia legale sarà l'avvocato Sarah Barcant, di origini sudafricane, ma fuggita a New York molti anni prima.Tratto dall’omonimo romanzo di Gillian Slovo.

 YESTERDAYDarrell Roodt, 2004, fiction, 96’, 35mm

Cast: Leleti Khumalo, Lihle Mvelase, Kenneth KambuleYesterday vive a Rooihoek, un villaggio del territorio zulu sudafricano. La sua vita di tutti i giorni non è facile (i soldi sono pochi, non ci sono comodità e suo marito fa il minatore a Johannesburg) ma Yesterday è solare e felice di stare con Beauty, la sua bambina di sette anni. Il precario equilibrio della vita di Yesterday è improvvisamente messo in pericolo quando le viene diagnosticato l’AIDS e deve allontanarsi per capire e affrontare la malattia. La forza che la sostiene è Beauty che andrà a scuola tra un anno. Yesterday, che non ha mai avuto la possibilità di studiare, ha un solo obiettivo: essere con Beauty al suo primo giorno di scuola, fiera insieme a tutte le altri madri. Il primo film interamente recitato in lingua zulu.OSCAR 2005 (Nomination Miglior Film Straniero)

VENEZIA 2004 – Orizzonti

 

TSOTSIGavin Hood, 2005, fiction, 91’, 35mmCast: Presley Chweneyagae, Terry Pheto, Kenneth Nkosi, Mothusi MaganoA Johannesburg un giovane criminale chiamato Tsotsi ruba la macchina a un ricco senza accorgersi che a bordo c'è un neonato. Rientrato a casa, si rende presto conto di non essere la persona adatta ad allevare un bambino e obbliga una giovane madre del quartiere a occuparsi del piccolo. Ma Tsotsi comincia anche a prendere le distanze dagli amici e a immaginare di poter iniziare una nuova vita... Tratto dall’omonimo romanzo di Athol Fugard.

OSCAR 2006 (Miglior film straniero)TORONTO 2005EDIMBURGO 2005

 

BUNNY CHOWJohn Barker, 2006, fiction, 95’, 35mmCast: Kagiso Lediga, David Kibuuka, Kim EngelbrechtBunny Chow è un tipo di pane tipico del Sud Africa, ripieno di carne e verdure, che si mangia in compagnia: una metafora delle diverse culture, religioni e sessualità del Sud Africa. Il film è il racconto urbano di un gruppo di ragazzi alla ricerca di se stessi. Quattro divertenti stand up comedians di Johannesburg si mettono in viaggio per Oppi Koppi, il più grande festival rock del Sud Africa.

TORONTO 2006

ROTTERDAM 2007

  

 

Cortometraggi

 

MANDELA BOYS. I CORTI DELLA “NAZIONE ARCOBALENO”

 

 

 

CORNER CAFFIE

Tim Greene, 1995, fiction, 20’, video

Una banale discussione tra un cliente di colore e il proprietario greco di un caffè degenera fino a sfuggire al controllo di tutti. Un film sul nuovo spirito del Sud Africa – la fraternità, il perdono e il miracolo del senso comune. Il primo corto sudafricano di tutti i tempi con un happy end.

 

THE FOREIGNER

Zola Maseko, 1997, fiction, 17’, videoLa breve amicizia tra un ragazzo di strada di Johannesburg e un fruttivendolo immigrato è il pretesto per raccontare il pregiudizio e l’assenza di solidarietà tra i più poveri e disperati. Visto come un estraneo e un nemico dagli altri negozianti lo straniero non avrà via di scampo.

ROTTERDAM 1998

 

THE STOREKEEPER

Gavin Hood, 1998, fiction, 22’, video

Il corto d’esordio del regista di Tsotsie, Oscar 2005 per il Miglior Film Straniero. Un uomo anziano gestisce un emporio isolato, da qualche parte nel Sudafrica rurale. Dopo una serie di furti notturni, il negoziante decide di farsi giustizia da sé. Con tragiche conseguenze. EDIMBURGO 1998MELBOURNE 1998 (Grand Prize)

 

LUCKY DAY

Brian Tilley, 1999, fiction, 11’, videoUn giovane nero, lavoratore saltuario, trova un impiego per la giornata, ma l’agricoltore che l’ha assunto è evasivo sul suo compenso e su ciò che deve fare. Si troverà testimone d’una solitaria tragedia rurale, figlia del panico che ha travolto molti bianchi sudafricani dopo la fine dell’apartheid.

EDIMBURGO 1999 (Best of the Fest)

 

PORTRAIT OF A YOUNG MAN DROWNING

Teboho Mahlatsi, 1999, fiction, 11’, videoSullo sfondo del lacerato paesaggio di una township, Shadow, un giovane killer in cerca di redenzione dal suo passato, decide di recarsi al funerale della sua ultima vittima. La sua stessa comunità, che per anni lo ha subìto con paura, tenterà di impedirgli di riconciliarsi con se stesso.

VENEZIA 1999 – Corto Cortissimo (Leone d’Argento)

 

UBUNTU'S WOUNDS

Sechaba Morojele, 2002, fiction, 32’, video

Il difficile viaggio emotivo di un sudafricano nero che cerca di capire, perché la Commissione per la Verità e la Riconciliazione del Sud Africa ha amnistiato il brutale assassino di sua moglie. La sete di vendetta lo condurrà in un baratro di dolore, prima di venire a patti con il proprio passato.TORONTO 2002

 

AND THERE IN THE DUST

Gerhard Marx e Lara Foot Newton, 2004, fiction/animazione, 8’, video

Tratto dallo spettacolo teatrale Tshepang, questo sofisticato mix di stop motion, animazione 3D e riprese dal vero narra la terribile vicenda di una bimba di soli 9 mesi morta nel 2001 per stupro. Un episodio che diede voce a centinaia di casi altrettanto atroci accaduti in Sud Africa.

 

THE ONE THAT FITS INSIDE THE BATHTUB

Inger Smith, 2004, fiction, 9’, videoJetta non ha un luogo per stare sola con se stessa. La sua vasca da bagno diventa l’unico posto nel quale trovare pace. Ma quando questa viene danneggiata durante un temporale, lasciandola senza un rifugio, Jetta sarà costretta a riesaminare la sua vita.

LOCARNO 2005 – Pardi di Domani

 

SA/X

Gilli Apter, 2004, fiction, 19’, videoUna ragazza sudafricana decide di uscire dal superprotetto quartiere di Johannesburg nel quale è cresciuta per confrontarsi con la difficile realtà della città e delle township. Un mockumentary sul desiderio delle giovani generazioni di rompere le barriere dell’intolleranza e del pregiudizio.

LOCARNO 2005 – Pardi di Domani

 

LUCKY

Avie Luthra, 2005, fiction, 20’, videoRimasto orfano a causa dell’AIDS, Lucky deve lasciare il suo villaggio zulu per le luci splendenti di Durban. Qui imparerà la durezza della vita, non attraverso la scuola e l’educazione, ma attraverso uno spiacevole legame con una vicina indiana e razzista.

BERLINO 2006 – Panorama

CLERMONT FERRAND 2006

 

BEYOND FREEDOM

Jacquie Trowell, 2005, animazione, 13’, videoCon la fine dell’apartheid, il ritorno della pace e della democrazia ha permesso al mondo di scoprire la ricchezza culturale del Sud Africa. Realizzato con interviste a diversi personaggi reali, il film è il risultato di una collaborazione senza precedenti tra artisti e animatori sudafricani.

BERLINO 2006

 

ONGERIEWE

Robin Kleinsmidt, 2005, fiction, 15’, videoCharlie, un drogato fannullone, esplora le misere baraccopoli e le case popolari di Hout Bay alla ricerca di Elton, il fratello scomparso, orgoglio della famiglia. Anche le sue tracce conducono a una storia di droga, alla scoperta di chi è veramente Elton e a scoprire ciò che conta davvero per lui.

CANNES 2006