pro dialog

Euromediterranea

Dal 24.9 - “Il peso della memoria tra passato e futuro” Rassegna film in collaborazione con e al CINEFORUM BOLZANO
Filmreihe Via Roen Straße Bozen/Bolzano ore 21:00 Uhr
con/mit Cineforum

24 settembre
Souvenir Srebrenica
Un film di Luca Rosini. Con Alberto Bougleux, Luca Rosini, Roberta Biagiarelli Durata: 90 minuti, Produzione Italia / Bosnia, 2006Il film di Luca Rosini è un’ inchiesta sul genocidio bosniaco racconta l’inizio della guerra, la vita sotto assedio, le tappe inesorabili della caduta e del massacro. Il tribunale dell’Aja per la ex Jugoslavia tiene le fila della narrazione ed offre un quadro storico puntuale degli eventi. Il documentario sui sopravissuti alla pulizia etnica mostra le vite di persone aggrappate al solo presente: un’umanità semplice, impegnata nella ricostruzione di una città fantasma. Sara presente Roberta Biagiarelli.Film in italiano.

28.settembre
La Vita Segreta delle Parole (La vida secreta de las palabras)
Un film di Isabel Coixet. Con Sarah Polley, Tim Robbins, Julie Christie, Javier Camara, Eddie Marsan, Steven MacKintosh. Genere Drammatico, colore, 112 minuti. Produzione Spagna 2005.Il film della catalana Isabel Coixet, un film ambientato in massima parte su una piattaforma petrolifera dell'Irlanda del Nord. Fuori dal mondo, esposta alle intemperie, umida e inospitale, questa struttura di 50 mila tonnellate di acciaio battuta ogni giorno da migliaia di onde rappresenta il rifugio ideale perla protagonista Hanna: una giovane donna dell'ex Jugoslavia che si difende dai demoni di un misterioso passato.

1, ottobre
Garage Olimpo
Un film di Marco Bechis. Con Dominique Sanda, Chiara Caselli, Antonella Costa, Carlos Echevarria. Genere Drammatico, colore, 98 minuti. Produzione Italia, Argentina 1999.Il film di Mario Bechis ci riporta alla tragedia della dittatura militare argentina, quando tra il 1976 e il 1983 circa 30 mila persone furono imprigionate, seviziate e fatte sparire. Il regista ha voluto documentare la storia dei desaparecidos dandogli un immagine.Film in italiano

8 ottobre
Hijos – Figli
Ein Film von Marco Bechis. Mit Stefania Sandrelli, Carlos Echevarria, Julia Sarano, Enrique Piñeiro. Genere Drammatico, Farbfilm, 100 Mnuten. Produktion Italien 2001.Für die Kinder von Verschwundenen, die in der Organisation H.I.J.O.S. (Kinder für die Identität und die Gerechtigkeit, gegen das Vergessen und Schweigen) organisiert sind, ist das Thema der Identität Ursprung und Motor für ihre Aktionen. Der Film begleitet ihre Suche nach Identität: ihre Geschichten erlauben uns, einen Blick in die jüngste Vergangenheit Argentiniens zu werfen, aber auch gleichzeitig die Gegenwart kritisch zu hinterfragen.Film in italiano

15 Oktober
Tragedi Jakarta
I998 In memoriam of Triskati and Semanggi tragedyEin Film von Gerakan Mahasiswa, Produktion Indonesien, 2002.Jakarta1998: Studenten werden aktiv. Es gibt 2,3 Millionen Studenten in Indonesien, die meisten aus der Mittelschicht. Durch die Krise droht der soziale Abstieg. Viele Studenten müssen damit rechnen, ihr Studium aus finanziellen Gründen nicht abschließen zu können. Oder danach keinen Job zu finden. Es gibt zunächst kleinere Demonstrationen mit einigen hundert Teilnehmern. Die Forderungen sind niedrigere Preise, Reformen, Ende der Korruption, Rücktritt Sohartos. Die Proteste weiten sich auf immer mehr Städte aus, die Teilnehmerzahlen steigen. Film in lingua inglese/indonesiano

22 ottobre
War photographerUn film di Christian Frei, documentario, Produzione Svizzera, 2001Ritratto del celebre fotografo di guerra James Nachtwey, WAR PHOTOGRAPHER ci racconta poco dell'uomo, tanto della sua opera, ampiamente dei problemi che solleva. Il regista svizzero Christian Frei è giunto al punto di fissare una mini-camera sull'apparecchio fotografico di Nachtwey. Per far combaciare il più possibile l'asse della propria cinepresa con lo sguardo del suo protagonista.Film in italiano

29 ottobre
Marcia della morte - Viaggio per la libertà
Video di Luisa Morfini – agosto 2006
Durata: 30 minutiIl video è il racconto della marcia che, nel luglio di ogni anno, si svolge tra Tuzla e Srebrenica, ripercorrendo all’inverso la via di fuga della popolazione mussulmana dal genocidio che i cetnici serbi stavano perpetrando: 4 giorni di cammino, 100 chilometri di sentieri tra i boschi, accanto a terreni ancora minati, e porta omaggio alle numerose fosse comuni nelle quali sono state seppellite le vittime. Il video unisce le immagini storiche con quelle della marcia “verso la libertà” e comprende le interviste a due testimoni che vissero in prima persona la fuga del 1995.
A seguire un video/intervista a Zlatan Sabanovic, responsabile del laboratorio dna del Centro commemorativa di Tuzla, che illustra le tecniche di riconoscimento delle vittime e le procedure di coinvolgimento dei parenti.Agosto 2004, Durata: 20 minuti
Sarà presente l’autrice.