Premio Internazionale Premio Internazionale Premio 2000 Kosovo-Serbia

Premio regolamento Libro Premi Langer alla CAmera Anna Bravo: il filo rosso dei Premi I premi 1997-2017 Premio 1997 Algeria Premio 1998 Ruanda Premio 1999 Cina Premio 2000 Kosovo-Serbia
link motivazione
Premio 2003 Italia Premio 2004 Polonia Premio 2001 Israel-Palest. Premio 2002 Ecuador Premio 2005 Bosnia Erzegovina Premio 2007 Sudafrica Premio 2006 Indonesia Premio 2008: Somalia premio 2009: Iran premio 2010 Fondazione Stava premio 2011 Haiti premio 2012 Tunisia premio 2013 - Donatori di musica Premio 2014 Borderline Sicilia Premio 2015 - Adopt, Srebrenica premio 2017 - Angalià - Asgi premio 2018 - Istituto Arava
premi Langer 1997- 2011 (18) Premio 2004 (2) Premio 2005 (13) Premio 2006 (8) Premio 2007 (15) premio 2008 (18) premio 2008 -II (18) premio 2009 (36) premio 2010 (6) premio 2011 - haiti (36) premio 2012 - Tunisia (26) premio 2013 - Donatori di musica (15)

Incriminata Natasa Kandic, premio Alexander Langer 2000. Invito della Fondazione a esprimerle solidarietà

15.11.2005, Humanitarian Law Center Belgrado
Humanitarian Law Center di Belgrado ha diffuso il 9 novembre la notizia che contro la sua Direttrice Natasa Kandic, premio internazionale Alexander Langer 2000, è stato aperto un procedimento d’incriminazione...

NATASA KANDIC, La Serbia e il suo “nemico interno”.

29.6.2004, UNA CITTÀ n. 106 / Agosto-Settembre 2002
L’integrità di alcune donne coraggiose.

L’ultimo attacco contro Sonja Biserko, (Helsinki Committee for Human Rights in Serbia, ndr), portato dalla penna dell’editore di Vreme (settimanale...

IRFANKA PASAGIC, NATASA KANDIC, VJOSA DOBRUNA, cerimonia assegnazione premio

3.7.2000, UNA CITTÀ n. 88 / Settembre 2000
Natasa Kandic, sociologa di Belgrado, e Vjosa Dobruna, pediatra kossovara, entrambe impegnate, a rischio della libertà e della loro stessa vita, sul fronte del rispetto dei diritti umani e della...

Irfanka Pasagic: Lettera da Tuzla

1.2.2000, UNA CITTÀ n. 83 / Febbraio 2000
Di nuovo un giorno cupo. La neve ha iniziato a sciogliersi, cambiando di colore e aggiungendo del grigio alla giornata. Sono appena ritornata dall’orfanotrofio e come sempre dopo tali visite mi sento...

BARBARA BERTONCIN - I RIENTRATI (1.5.2003)

0.0.2000, da UNA CITTÀ n. 113 / Maggio/Giugno 2003
Diario di viaggio a Srebrenica.

A otto anni dalla fine della guerra in Bosnia, anche i musulmani originari di quella che dal 1995, con i patti di Dayton, è stata riconosciuta come la Repubblica...

VJOSA DOBRUNA, La lingua, sì, è importante, la religione pochissimo

UNA CITTÀ n. 91 / Dicembre/Gennaio 2001
Tutti i partiti sono indipendentisti, c’è chi ha fretta e chi no. La penalizzazione dei piccoli partiti democratici. Il problema delle enclaves serbe, grave laddove c’è stato un forte...

NATASA KANDIC, La confessione della colpa.

UNA CITTÀ n. 113 / Maggio/Giugno 2003
L’inizio di un confronto col passato.

L’Humanitarian Law Center considera le confessioni rilasciate davanti al Tribunale dell’Aja da due ufficiali d’alto rango dell’Armata serbo bosniaca,...

NATASA KANDIC, QUEI CONVOGLI FRIGO...

una città: 102 marzo 2002
Lo shock della scoperta di 800 corpi di albanesi in fosse comuni alla periferia di Belgrado, ma poi di nuovo il silenzio sulle complicità, corresponsabilità. Un’accettazione passiva del...

NATASA KANDIC, COSI’ STANCHI E NAUSEATI (11.99)

UNA CITTÀ n. 81 / Novembre 1999
L’impegno di una donna serba per i diritti umani e civili dei kosovari e a fianco del tribunale internazionale. Quando, nel 98, le milizie e l’esercito serbo hanno dichiarato guerra ai civili. L’attuale...
pro dialog