Premio Internazionale Premio Internazionale Premio 1998 Ruanda

Premio regolamento Libro Premi Langer alla CAmera Anna Bravo: il filo rosso dei Premi I premi 1997-2017 Premio 1997 Algeria Premio 1998 Ruanda
link motivazione
Premio 1999 Cina Premio 2000 Kosovo-Serbia Premio 2003 Italia Premio 2004 Polonia Premio 2001 Israel-Palest. Premio 2002 Ecuador Premio 2005 Bosnia Erzegovina Premio 2007 Sudafrica Premio 2006 Indonesia Premio 2008: Somalia premio 2009: Iran premio 2010 Fondazione Stava premio 2011 Haiti premio 2012 Tunisia premio 2013 - Donatori di musica Premio 2014 Borderline Sicilia Premio 2015 - Adopt, Srebrenica premio 2017 - Angalià - Asgi premio 2018 - Istituto Arava
premi Langer 1997- 2011 (18) Premio 2004 (2) Premio 2005 (13) Premio 2006 (8) Premio 2007 (15) premio 2008 (18) premio 2008 -II (18) premio 2009 (36) premio 2010 (6) premio 2011 - haiti (36) premio 2012 - Tunisia (26) premio 2013 - Donatori di musica (15)

Yolande Mukagasana: lettera agli africani

19.12.2007, Rete Radié Resch
Se noi ci sentiamo africani, Se noi ci sentiamo umani, 

Spero che tutti quelli che hanno visto ART (*uno sconvolgente documentario sull’Africa) siano così commossi, così disgustati,...

L' ex procuratore del tribunale per il genocidio attaccata a Roma. Una superstite contro Del Ponte.Niente giustizia in Ruanda

28.11.2005, La Repubblica 28.11.2005
roma - Dura polemica ieri a Roma fra Yolande Mukagasana, superstite del genocidio in Ruanda del '94 e autrice del libro «La morte non mi ha voluta», e Carla Del Ponte, dal 1999 al 2003 procuratore...

Oliviero Ponte di Pino: Retoriche del genocidio. In margine a Rwanda 94

27.10.2004, http://www.trax.it/olivieropdp/ateatro74.htm
Spettacolo nato da un’esigenza morale e politica, da un bisogno di verità, Rwanda 94 racconta e cerca di comprendere quello che è accaduto nel paese africano quando, nel giro di poche settimane,...

Anna Foa: Fra tutsi e hutu fu genocidio, non guerra civile

7.10.2004, L'Avvenire - Sfumature
La donna è seduta su una sedia in mezzo al palcoscenico in penombra, e quando la musica tace si mette a parlare pacatamente.

La sala la ascolta in un silenzio di tomba mentre per quaranta lunghissimi...

Yolande Mukagasana: Anniversario di un genocidio, le ferite del silenzio

1.4.2004, Una città 117
Il 6 aprile verrà ricordato in Ruanda, con solenni cerimonie, il decimo anniversario del più tremendo genocidio di questo fine secolo, in cui trovarono la morte un milione di tutsi e di hutu...

BOUBACAR BORIS DIOP - MITTERAND SARA’ GIUDICATO

1.3.2004, da UNA CITTÀ n. 119 / Marzo 2004
Un gruppo di scrittori africani ha vissuto per due mesi in Rwanda per poi raccontare il genocidio. Il problema che pone l’uso della fantasia letteraria e di lingue leggibili da pochissime persone. Le...

YOLANDE MUKAGASANA - LE FERITE DEL SILENZIO

1.10.2003, UNA CITTÀ n. 116 / Ottobre 2003
Il Rwanda, un paese pieno di assassini in libertà che non riesce a uscire dal trauma di un genocidio premeditato e pianificato a tavolino, che vide la partecipazione di un numero enorme di ruandesi....

YOLANDE MUKAGASANA - Quella fatica, di non vedere i risultati

1.7.1999, UNA CITTÀ n. 79 / Luglio/Agosto/settembre 1999
L’importanza di un impegno per la verità e verso gli altri, anche se mai potrà rimarginare la perdita del figlio. Intervento di Yolande Mukagasana.

Yolande Mukagasana, ruandese, ha ricevuto...

Khalida Messaoudi: Ruanda, la resistenza dei "giusti"

19.10.1998, Città di Castello
Dalla Bosnia al Ruanda, passando per l'Algeria, questo è il tragitto, che da tre anni a questa parte il premio Alexander Langer ci ha fatto percorrere.
Questo viaggio, purtroppo, non è quello...

Gasana Ndoba: Il genocidio, la verità, la giustizia

1.10.1998, Città Castello 10.98
La resistenza delle vittime è lo sforzo di resistere di fronte a fatti innominabili ed a cose inaccettabili. Nel caso del Ruanda, rendere giustizia significa fare tre cose essenziali. La prima cosa...

Jacqueline Mukansonera: La forza della libera coscienza

1.10.1998, Città di Castello
Tanto per cominciare vorrei invitare tutti, ruandesi e non ruandesi, comprese le persone qui presenti, a chiedere perdono a Dio per il genocidio commesso nel mio paese perché, nonostante io non...

Yolande Mukagasana: Un genocidio a lungo premeditato

1.10.1998, Città di Castello
Per me è sempre molto difficile parlare del genocidio. Come ho già scritto nel mio libro, questo genocidio è stato pianificato secondo una logica di lungo termine. La sensazione di...

Yolande Mukagasana - Quelle 200.000 radioline

1.6.1998, UNA CITTÀ n. 69, Giugno/Luglio 1998
Un genocidio preparato metodicamente, da anni. La tragica accentuazione in senso etnico e razziale, operata dai colonialisti belgi, di una differenziazione per lo più sociale fra due parti della...

Gasana Ndoba - Il genocidio dimenticato

1.11.1997, UNA CITTÀ n. 63 / Novembre 1997
Uno sterminio da tempo programmato nella distrazione e, spesso, nella complicità internazionale attuato sistematicamente, famiglia per famiglia, fino all’ultimo componente, così come avvenne...
pro dialog