Fondazione Fondazione Comunicati Stampa

Statuto CdA - Revisori Comitato Scientifico-Garanzia bacheca 2005 bacheca 2006 bacheca 2007 bacheca 2008 bacheca 2009 bacheca 2010 bacheca 2011 bacheca 2012 bacheca 2013 bacheca 2014 bacheca 2015 bacheca 2016 bacheca 2017 bacheca 2018 bacheca 2019 bacheca 2020 bacheca 2021 Bergamaschi Paolo-info Mezzalira Giorgio Info memoria adelaide aglietta andreina emeri anna segre anna bravo lisa foa renzo imbeni marino vocci giuseppina ciuffreda José Ramos Regidor clemente manenti simone sechi Programma attività bilanci consuntivi Relazioni finali findbuch - archivio Quaderni della Fondazione Comunicati Stampa
RE 2009-giardino dell'Arca (18) Spazio all'integrazione! (12)

Comunicato Stampa: Firmato l’accordo di collaborazione tra la la Fondazione Alexander Langer Stiftung, la Soprintendenza provinciale ai beni culturali-Archivio provinciale di Bolzano e la Fondazione del Museo storico del Trentino.

10.6.2021

 

Comunicato Stampa (10.06.2021)

 

Firmato l’accordo di collaborazione tra la la Fondazione Alexander Langer Stiftung, la Soprintendenza provinciale ai beni culturali-Archivio provinciale di Bolzano e la Fondazione del Museo storico del Trentino.

 

Presso la sede della Fondazione Langer, giovedì 10 giugno, il presidente Edi Rabini, la Soprintendente Karin Dalla Torre e il presidente della Fondazione del Museo storico del Trentino Giorgio Postal, alla presenza delle  rispettive rappresentanze, hanno sottoscritto un accordo di collaborazione finalizzato alla valorizzazione dell’archivio e della figura di Alexander Langer.
L’atto della firma giunge dopo un intenso lavoro preparatorio, che ha impegnato le parti a creare le condizioni per dare giusta centralità al patrimonio documentale di Langer, dichiarato di recente di “notevole interesse storico” da parte della Soprintendenza dei Beni culturali della Provincia di Bolzano.

“Il riconoscimento del valore dell’archivio – ha sottolineato Edi Rabini - attesta l’importanza di un’eredità che appartiene a tutti. Grazie a questo accordo di collaborazione l’opera e la figura di Alex potranno essere conosciute meglio e da più persone”.

"Per la Soprintendenza provinciale ai beni culturali – ha aggiunto Karin Dalla Torre – è importante che i fondi archivistici significativi come quello di Alexander Langer siano percepiti dalla società come un bene culturale materiale, che attraverso il lavoro dei ricercatori può essere trasmesso al più vasto pubblico come strumento di democrazia".

Secondo Giorgio Postal la firma di questo accordo “è un fatto significativo perché connota la progettualità della Fondazione Museo storico del Trentino verso il rafforzamento della collaborazione tra istituzioni culturali delle due realtà di Trento e Bolzano. Quello di Langer è un messaggio universale per la pace, la convivenza, l'apertura alla diversità".

 

L’accordo di collaborazione è finalizzato all’elaborazione e alla realizzazione di progetti, iniziative che spaziano su diversi ambiti e intendono promuovere la conoscenza della figura, del pensiero e dei temi di Alexander Langer, da considerarsi quali fattori culturali di integrazione e apertura alle diversità. In particolare, sono previste la digitalizzazione di parte della documentazione del fondo Langer per selezioni tematiche, la pubblicazione di scritti e interventi, ricerche sui temi che hanno caratterizzato l’impegno di Langer sul piano locale e globale (autonomia, ecologia, stili di vita, minoranze e convivenza), la divulgazione attraverso attività editoriali, convegni, seminari, lezioni, percorsi espositivi, audiovisivi, rivolti a studenti e a un ampio pubblico non necessariamente specialistico.

Primi concreti risultati di questo accordo raggiunti ancor prima della sua firma, a testimonianza dello spirito costruttivo e cooperativo che anima le tre istituzioni, sono stati l’avvio del progetto per la realizzazione di un documentario in tre puntate che prende spunto dal Decalogo di Langer, sostenuto dalla Fondazione del Museo storico del Trentino, e il finanziamento dell’Archivio Provinciale di Bolzano per l’inventariazione della parte del fondo di Alexander Langer relativo alla sua posta personale.

Numerose le iniziative congiunte programmate per i prossimi mesi, nella speranza si possa ricominciare con le attività in presenza. Il 9 settembre a Palazzo Rottenbuch, a Bolzano, ci sarà la presentazione pubblica dell’Accordo di collaborazione e saranno illustrati i risultati del lavoro di inventariazione del carteggio privato del fondo Langer, curato da Ingrid Facchinelli. Il 22 ottobre, presso l’Eurac di Bolzano e in collaborazione con l’Istituto di studi federali comparati di Eurac-Research, avrà luogo un convegno in occasione del quarantennale del censimento 1981. Nella ricorrenza della nascita di Alexander Langer il 22 febbraio 2022 sarà inoltre organizzata la prima lectio a lui dedicata, che avrà cadenza annuale e sarà centrata sui “Dieci punti per la convivenza inter-etnica”, il testo più conosciuto e più tradotto di Langer; la sintesi di una vita spesa a far dialogare i diversi, sperimentare forme di convivenza inter-etnica, superare i confini e rispettare le radici. Relatore sarà Fabio Levi dell’Università di Torino, presidente del Comitato scientifico e di garanzia della Fondazione Langer nonché direttore del “Centro internazionale di Studi Primo Levi”.       

Il carattere regionale dell’Accordo di collaborazione è un altro aspetto che va sottolineato e suggerisce l’importanza di attivare sinergie tra Trento e Bolzano, capaci di rafforzare la cooperazione sul piano di progetti di comune interesse e respiro multiculturale, nell’ottica della promozione della cultura dell’autonomia. La valorizzazione della figura e dell’archivio di Langer si presenta da questo punto di vista come un’ottima piattaforma per tenere insieme la dimensione provinciale, regionale ed europea.   

 

Fondazione Alexander Langer Stiftung

Landesdenkmalamt-Landesarchiv/Soprintendenza provinciale beni culturali-Archivio provinciale

Fondazione Museo storico del Trentino

comunicato_stampa_10062021.DEF.doc (23 KB)
pro dialog