Scritti di Alexander Langer

News

10 febbraio, Giorno del ricordo a Trento e Rovereto: il programma (5.2.2024) No Means No: a febbraio torna Euromediterranea! (25.1.2024) Seminario di approfondimento "Ecologia e giustizia" (18.1.2024) La terza condanna di Narges Mohammadi per la sua attività all'interno del carcere (15.1.2024) Al via la campagna di adesioni 2024! (6.12.2023) Olga Karatch Premio Internazionale Alexander Langer 2023 (28.11.2023) La conversione ecologica secondo Langer (27.11.2023) "Cambiare il mondo o salvaguardarlo? Alexander Langer e i rapporti con la Germania e l'Europa" (31.10.2023) Pulizia etnica in Karabakh: l'ultimo fallimento della diplomazia europea? (24.10.2023) Narges Mohammadi Nobel per la pace 2023 (6.10.2023) E' uscito il nuovo rapporto di ADOPT SREBRENICA (27.9.2023) Il massacro degli armeni in karabakh nell’indifferenza occidentale – di simone zoppellaro (25.9.2023) I Corpi Civili di Pace. La formazione all'azione diretta nonviolenta e alla difesa non armata (20.9.2023) Newsletter di settembre (1.9.2023) Newsletter di agosto (1.8.2023) Für Narges Mohammadi (1.8.2023) In sostegno a Narges Mohammadi (17.7.2023) Newsletter di luglio (1.7.2023) grazie - danke - merci (12.6.2023) Cerchiamo un/a coordinatore/coordinatrice (7.6.2023) Giugno Juni - Daniele ed Alex (5.6.2023) Cena di autofinanziamento (31.5.2023) Maggio Mai - Ci vediamo all'assemblea? (9.5.2023) Assegnato a Narges Mohammadi, Niloofar Hamedi e Elaheh Mohammad il premio internazionale Unesco Guillermo Cano 2023 per la libertà di stampa  (8.5.2023) Seconda Lectio Langer, incontro con Francesco Palermo - Definire e delimitare nel modo meno rigido possibile l'appartenenza, non escludere appartenenze ed interferenze plurime" (29.4.2023) Ci sono altri ponti da costruire (17.4.2023) Newsletter Aprile - "Mai più" lo abbiamo già detto troppe volte (4.4.2023) Ciao, Irfanka (27.3.2023) Messaggio per l’8 marzo, inviato dal carcere di Evin da NARGES MOHAMMADI (17.3.2023) Newsletter Marzo - Un progetto sulla memoria in Albania, tra passato e presente (7.3.2023) Newsletter Febbraio - nuovo appuntamento con la lectio Langer (17.2.2023) M'illumino di meno (13.2.2023) Gennaio Januar - Il meglio deve ancora venire! (9.1.2023) Dicembre Dezember - Cambiare restando fedeli a sé stessi (2.12.2022) Programma 2023 - I semestre (30.11.2022) Newsletter Settembre September 2022 (2.9.2022) La Fondazione Alexander Langer Stiftung (31.8.2022) Agosto 2022: Tuzla cittadinanza onoraria ad Alexander Langer & Settimana Internazionale (23.8.2022) Newsletter Agosto Augusto 2022 (4.8.2022) Invito Euromediterranea 2022 (16.6.2022) Newletter GIUGNO - JUNI (1.6.2022) NEWSLETTER MAGGIO 2022 MAI (2.5.2022) NEWSLETTER Aprile 2022 April - ASSEMBLEA-VOLLVERSAMMLUNG (28.3.2022) Contro la guerra, cambia la vita (1.3.2022) NEWSLETTER MARZO MÄRZ (25.2.2022) "Alexander Langer – un uomo del nostro tempo". Prima Edizione della Lectio Langer, incontro con Fabio Levi (14.2.2022) NEWSLETTER Februar - Febbraio 2022 (8.2.2022) Gennaio - Januar 2022 (27.1.2022) ICH TRETE BEI - MI ASSOCIO! Campagna adesione Amici e Amiche della Fondazione (24.1.2022) DICEMBRE - DEZEMBER (15.12.2021) Newsletter DICEMBRE 2021 DEZEMBER (10.12.2021) Care amiche e amici (2.12.2021) Sarajevo - Cittdinanza onoraria ad Alexander Langer (26.2.2021) News luglio/Juli 1985: Narges Mohamadi - Andreina Emeri (29.7.2020) giugno/luglio 2020: da Alexander Langer a Srebrenica (30.6.2020) 4 giugno: da Tienanmen a Hong Kong, prima che sia troppo tardi (4.6.2020) Lettera aperta alle istituzioni: Accoglienza senza fissa dimora a Bolzano durante la cd. Emergenza CoVid-19 (20.3.2020) Alexander Langer, Srebrenica e l'anno che verrà (3.3.2020) 2020: Alexander Langer e Srebrenica, 25 anni dopo (3.3.2020) I quaderni della Fondazione Alexander Langer Stiftung (30.10.2019) 5‰ cinque per mille e sostegno - Fünf Promille und Unterstützung (27.5.2015)

"Cambiare il mondo o salvaguardarlo? Alexander Langer e i rapporti con la Germania e l'Europa"

31.10.2023

ITA Dopo la giornata di studi – Leggo, rifletto, prego. Mi impegno: Alexander Langer e il dissenso negli anni Sessanta tra Firenze e il Sudtirolo – che si è tenuta a Firenze nel marzo di quest’anno, organizzata dall’Istituto italiano di studi germanici presso il dipartimento di Formazione, Lingue, Intercultura, Letterature e Psicologia (FORLILPSI) dell’Università degli Studi di Firenze, il percorso si arricchisce ora di un’ulteriore tappa a Bolzano, in collaborazione con la Fondazione Alexander Langer Stiftung.

Il 3 e il 4 novembre prossimi, nell’antico municipio di Bolzano avrà luogo un seminario dal titolo “Cambiare il mondo o salvaguardarlo? Alexander Langer e i rapporti con la Germania e l’Europa / Die Welt verändern oder bewahren? Alexander Langer und die Beziehungen zu Deutschland und Europa“.

Langer fu tra i fondatori del partito dei Verdi italiani (partendo dall’esperienza della Germania) e uno dei leader del movimento verde europeo. Fu costruttore di ponti (tra culture ma non solo) e ponte lui stesso. Il seminario si dedicherà in modo particolare ai collegamenti con il mondo germanofono. Basti pensare alla sua rubrica mensile “Briefe aus Italien” per la rivista di Francoforte “Kommune”.

Interverranno la dottoranda Clara Bassan, Roberto De Bernardis (che parlerà della nascita dei Verdi in Italia), lo storico Hans Heiss analizzerà i primi tempi di Langer in Germania, Gabriele Bacherini dell’Università di Firenze approfondirà il Langer pacifista e concluderemo una sessione con un intervento del prof. Michele Battini della Scuola Normale di Pisa.

Seguirà una tavola rotonda con l’ex parlamentare Marco Boato, Katharina Crepaz di eurac research e Francesco Palermo.

DE Im vergangenen März fand in Florenz eine vom italienischen Institut für germanische Studien der Universität Florenz (FORLILPSI) organisierte Tagung über Langer und den Dissens in den 60er Jahren zwischen Florenz und Südtirol statt. Nun wird ein weiterer Schritt in der Vertiefung gemacht, um die facettenreiche Tätigkeit (und vielleicht sogar Welt) Alexander Langers zu ergründen.DE

In Zusammenarbeit mit der Alexander-Langer-Stiftung wird am 3. und 4. November im Alten Rathaus der Stadt Bozen das Seminar “Cambiare il mondo o salvaguardarlo? Alexander Langer e i rapporti con la Germania e l’Europa / Die Welt verändern oder bewahren? Alexander Langer und die Beziehungen zu Deutschland und Europa“ ausgerichtet.

Langer hat aufgrund seiner Erfahrungen in Deutschland maßgeblich an der Gründung der Grünen in Italien mitgewirkt. Er war stets Brückenbauer und war auch selbst Brücke (zwischen Kulturen aber nicht nur). Ein Beispiel sind seine „Briefe aus Italien“ für die Frankfurter Zeitschrift „Kommune“.

Im Rahmen des Seminars sind Referate von Clara Bassan (Alexander-Langer-Stiftung), Roberto De Bernardis (Trient), Hans Heiss, Gabriele Bacherini (Uni Florenz), Michele Battini (Scuola Normale Pisa), Ex-Parlamentarier Marco Boato, Katharina Crepaz (Eurac Reserch) und Francesco Palermo vorgesehen.

SCARICA QUI LA LOCANDINA CON IL PROGRAMMA COMPLETO:

HIER DAS VOLLSTÄNDIGE PROGRAMM:

 

Locandina_A3_LangerGermania_1_.pdf (1007 KB)
pro dialog