Scritti di Alexander Langer

News

10 febbraio, Giorno del ricordo a Trento e Rovereto: il programma (5.2.2024) No Means No: a febbraio torna Euromediterranea! (25.1.2024) Seminario di approfondimento "Ecologia e giustizia" (18.1.2024) La terza condanna di Narges Mohammadi per la sua attività all'interno del carcere (15.1.2024) Al via la campagna di adesioni 2024! (6.12.2023) Olga Karatch Premio Internazionale Alexander Langer 2023 (28.11.2023) La conversione ecologica secondo Langer (27.11.2023) "Cambiare il mondo o salvaguardarlo? Alexander Langer e i rapporti con la Germania e l'Europa" (31.10.2023) Pulizia etnica in Karabakh: l'ultimo fallimento della diplomazia europea? (24.10.2023) Narges Mohammadi Nobel per la pace 2023 (6.10.2023) E' uscito il nuovo rapporto di ADOPT SREBRENICA (27.9.2023) Il massacro degli armeni in karabakh nell’indifferenza occidentale – di simone zoppellaro (25.9.2023) I Corpi Civili di Pace. La formazione all'azione diretta nonviolenta e alla difesa non armata (20.9.2023) Newsletter di settembre (1.9.2023) Newsletter di agosto (1.8.2023) Für Narges Mohammadi (1.8.2023) In sostegno a Narges Mohammadi (17.7.2023) Newsletter di luglio (1.7.2023) grazie - danke - merci (12.6.2023) Cerchiamo un/a coordinatore/coordinatrice (7.6.2023) Giugno Juni - Daniele ed Alex (5.6.2023) Cena di autofinanziamento (31.5.2023) Maggio Mai - Ci vediamo all'assemblea? (9.5.2023) Assegnato a Narges Mohammadi, Niloofar Hamedi e Elaheh Mohammad il premio internazionale Unesco Guillermo Cano 2023 per la libertà di stampa  (8.5.2023) Seconda Lectio Langer, incontro con Francesco Palermo - Definire e delimitare nel modo meno rigido possibile l'appartenenza, non escludere appartenenze ed interferenze plurime" (29.4.2023) Ci sono altri ponti da costruire (17.4.2023) Newsletter Aprile - "Mai più" lo abbiamo già detto troppe volte (4.4.2023) Ciao, Irfanka (27.3.2023) Messaggio per l’8 marzo, inviato dal carcere di Evin da NARGES MOHAMMADI (17.3.2023) Newsletter Marzo - Un progetto sulla memoria in Albania, tra passato e presente (7.3.2023) Newsletter Febbraio - nuovo appuntamento con la lectio Langer (17.2.2023) M'illumino di meno (13.2.2023) Gennaio Januar - Il meglio deve ancora venire! (9.1.2023) Dicembre Dezember - Cambiare restando fedeli a sé stessi (2.12.2022) Programma 2023 - I semestre (30.11.2022) Newsletter Settembre September 2022 (2.9.2022) La Fondazione Alexander Langer Stiftung (31.8.2022) Agosto 2022: Tuzla cittadinanza onoraria ad Alexander Langer & Settimana Internazionale (23.8.2022) Newsletter Agosto Augusto 2022 (4.8.2022) Invito Euromediterranea 2022 (16.6.2022) Newletter GIUGNO - JUNI (1.6.2022) NEWSLETTER MAGGIO 2022 MAI (2.5.2022) NEWSLETTER Aprile 2022 April - ASSEMBLEA-VOLLVERSAMMLUNG (28.3.2022) Contro la guerra, cambia la vita (1.3.2022) NEWSLETTER MARZO MÄRZ (25.2.2022) "Alexander Langer – un uomo del nostro tempo". Prima Edizione della Lectio Langer, incontro con Fabio Levi (14.2.2022) NEWSLETTER Februar - Febbraio 2022 (8.2.2022) Gennaio - Januar 2022 (27.1.2022) ICH TRETE BEI - MI ASSOCIO! Campagna adesione Amici e Amiche della Fondazione (24.1.2022) DICEMBRE - DEZEMBER (15.12.2021) Newsletter DICEMBRE 2021 DEZEMBER (10.12.2021) Care amiche e amici (2.12.2021) Sarajevo - Cittdinanza onoraria ad Alexander Langer (26.2.2021) News luglio/Juli 1985: Narges Mohamadi - Andreina Emeri (29.7.2020) giugno/luglio 2020: da Alexander Langer a Srebrenica (30.6.2020) 4 giugno: da Tienanmen a Hong Kong, prima che sia troppo tardi (4.6.2020) Lettera aperta alle istituzioni: Accoglienza senza fissa dimora a Bolzano durante la cd. Emergenza CoVid-19 (20.3.2020) Alexander Langer, Srebrenica e l'anno che verrà (3.3.2020) 2020: Alexander Langer e Srebrenica, 25 anni dopo (3.3.2020) I quaderni della Fondazione Alexander Langer Stiftung (30.10.2019) 5‰ cinque per mille e sostegno - Fünf Promille und Unterstützung (27.5.2015)

No Means No: a febbraio torna Euromediterranea!

25.1.2024
NO MEANS NO: TORNA EUROMEDITERRANEA!
La rassegna, quest'anno giunta alla sua diciannovesima edizione, si presenterà in una nuova veste itinerante!
 
Dal 22 al 9 marzo 2024 la premiata Olga Karatch, premio internazionale Alexander Langer 2023, attraverserà diverse città italiane partendo da Roma, giorno in cui ricorre l'anniversario della nascita di Alex, con la consueta cerimonia alla Camera dei deputati, e terminando il suo viaggio con l'ultima tappa a Milano. Il 3 marzo, invece, avrà luogo a Bolzano la cerimonia ufficiale di premiazione. 
 
Il Premio è un'occasione per presentare alla cittadinanza storie di persone o associazioni che attraverso azioni coraggiose si battono ogni giorno per la pace e la salvaguardia dei diritti umani e ambientali.
 
Sarà un’edizione speciale questa, fatta di tante realtà che hanno deciso di aderire a arricchire il programma con numerosi momenti di dialogo, convivialità, riflessione e una menzione speciale a ZMINA, organizzazione che mira a promuovere i diritti umani e lo Stato di diritto in Ucraina.
 
Olga Karatch, Premio Alexander Langer 2023, è un'attivista bielorussa, politologa e direttrice di Our House/Nash Dom (La nostra casa), nata nel 2002 come giornale autoprodotto. Attualmente aderiscono alla relativa rete impegnata nella difesa dei diritti umani e civili circa venti organizzazioni in tutto il Paese oppresso dal regime di Lukashenko.
Olga è più volte stata incarcerata e purtroppo anche torturata. Oggi vive in esilio a Vilnius, in Lituania, da dove prosegue la sua instancabile attività nonviolenta di denuncia delle violazioni dei diritti umani in Bielorussia e non solo.
 

IL PROGRAMMA:

ROMA, giovedì 22 febbraio ore 12.00, Sala del Cavaliere 

Indirizzo di saluto: Anna Ascani - Vicepresidente della Camera dei deputati

Introducono: Christine Stufferin - presidente Fondazione Alexander Langer, Elisabeth Alber - presidente Comitato scientifico e di garanzia della Fondazione Alexander Langer

Proiezione del filmato sulla militarizzazione dei bambini in Bielorussia "A Military Patriotic Club for Children"

Interventi: Olga Karatch, Bettina Foa - Comitato scientifico e di garanzia della Fondazione Alexander Langer

Modera: Grazia Barbiero - Comitato scientifico e di garanzia della Fondazione Alexander Langer 

PESARO, martedì 27 febbraio, ore 17.30, Sala W. Petrangeli Pesaro, Viale Gramsci 4 

Introduce: Giuseppe Paolini Presidente Provincia Pesaro e Urbino

Intervengono: Olga Karatch, Marco Vitali - Amnesty International, e Luciano Benini - Università della Pace di Fano

Modera: Mauro Bozzetti

FIRENZE, mercoledì 28 febbraio, ore 18, Il Conventino, Via Giano della Bella, 20

LA NOSTRA CASA È IL FUTURO: PACE OLTRE LE FRONTIERE - Dialogo con Olga Karatch, Attivista Bielorussa per i Diritti Umani 

Olga Karatch incontra le associazioni giovanili, le organizzazioni della Società Civile e pacifiste a Firenze. Un'opportunità unica di scambio per esplorare e discutere temi cruciali relativi ai diritti umani, alla pace e alla libertà di espressione e di movimento, valorizzando l'intersezionalità delle lotte. 

Al termine dell’incontro verrà offerto un aperitivo per condividere un momento di convivialità.

VERONA, giovedì 29 febbraio alle ore 21 Sala Convegni della Gran Guardia, Piazza Bra

Introduce: Mao Valpiana - presidente Movimento nonviolento

Interviene: Olga Karatch 

VIPITENO, sabato 2 marzo alle ore 16.30 alla sala Vigil Raber e alle ore 20.00 al Teatro comunale di Vipiteno

Ore 16.30, sala Vigil Raber: workshop tematico sull’attualità del pensiero di Langer, coordina Giulia Galera, vicepresidente della Fondazione Alexander Langer.

Introdurranno: Karin Hochrainer, direttrice della Biblioteca Civica di Vipiteno e Christine Stufferin, presidente della Fondazione Alexander Langer Stiftung.

Interventi: “Il pensiero di Alexander Langer” di Clara Bassan, dottoranda dell’Università di Torino; “Esempi di esperienze dal basso” con Karl Michaeler - B*Coop, Bressanone, - OEW, David Hofmann - Climate Action South Tyrol, Sieglinde Sigmund (territorio di Vipiteno) e Mario Sartori (Vipiteno Cultura).

Riflessioni conclusive di Grazia Barbiero e Salvatore Saltarelli del Comitato Scientifico  Fondazione Alexander Langer Stiftung.

Ore 20.00, Teatro comunale di Vipiteno: incontro pubblico con Olga Karatch. Introduzione Verena Debiasi (assessora alla cultura), Christine Stufferin (FALS), Mario Sartori (Comitato di educazione permanente Vipiteno).

A conclusione un momento conviviale. 

BOLZANO, domenica 3 marzo, dalle ore 11 alle ore 17.30, Sala storica Josef, Kolping-Haus, Largo Adolph Kolping, 3

11.00 Hvala Irfanka

12.00 Sarajevo 1992-1995. “Tagebuch der Übersiedlung” di/von Dževad Karahasan – Teatro Zappa Theater

12.30 Buffet al Capitolbar

14.00 Consegna premio Langer 2023 preceduta dai saluti della FALS e della Fondazione Cassa di Risparmio (presidente prof. Konrad Bergmeister)

- Excursus premi (Gianni Tamino - FALS)

14.45 Laudatio OLGA KARATCH e Ong ZMINA (special mention)

15.00 Répliques et dialogue - modera Mao Valpiana

16.00 Tavola rotonda con la Consigliera di parità e Difensora civica Michela Morandini

Modera Matteo Borzaga (Consigliere di parità Provincia autonoma di TN)

17.00 saluti conclusivi di Christen Stufferin, presidente della Fondazione

TRENTO, martedì 5 marzo dalle 08:45 alle 10:25 e dalle 11:25 alle 13:05 al liceo Scholl e alle 18.00 a Palazzo Trentini o a palazzo Geremia in sala Falconetto (da definire) - in collaborazione con il Forum trentino per la pace e i diritti umani

- dalle 8.45 alle 13.05: sono previsti due interventi al liceo Scholl in cui Olga racconterà la sua esperienza e dialogherà con le ragazze e i ragazzi

- alle ore 18.00: incontro pubblico con Olga, modera Giorgio Comai di Osservatorio Balcani Caucaso e Transeuropa

VENEZIA, mercoledì 6 marzo,alle ore 16, Palazzo Labia – Sede della Rai del Veneto 

Intervengono: Olga Karatch, Antonio Silvio Calò - presidente della Fondazione Venezia per la Ricerca sulla Pace, Gianni Tamino - Comitato scientifico e di garanzia della Fondazione Alexander Langer Stiftung 

TREVISO, giovedì 7 marzo, alle ore 20.00 incontro al Binario 1, organizzato dalla Wilp (Women League for peace and freedom - Italia)

TRIESTE, venerdì 8 marzo alle ore 18.00 al Teatro Miela, Piazza Luigi Amedeo Duca degli Abruzzi, 3

Nell’anno più elettorale di sempre la libertà di stampa e di espressione appaiono anche nella “democratica” Europa sempre più sotto attacco: la concentrazione dell’informazione in poche mani, le limitazioni nell’accesso alle fonti, le querele bavaglio sono solo alcuni dei nomi delle derive antidemocratiche più diffuse, in aperto contrasto con gli atti dell’Unione Europea e con il diritto internazionale. Delle conseguenze di tutto ciò si parlerà — all’interno della rassegna Protagoniste — venerdì 8 marzo, Giornata Internazionale della Donna, alle ore 18 al Teatro Miela, con Olga Karatch. Converseranno con lei Fabiana Martini, giornalista, portavoce di Articolo 21 FVG e direttrice editoriale del Premio Luchetta, e Francesco De Filippo, giornalista, responsabile dell'Agenzia Ansa per il FVG. L’incontro è promosso nell’ambito di Euromediterranea dalla Fondazione Alexander Langer Stiftung e da Articolo 21 in collaborazione con Teatro Miela e il Premio Luchetta.

MILANO, sabato 9 marzo dalle ore 15 alle 17 alla Caritas Ambrosiana, via san Bernardino 4 

Intervengono: Olga Karatch, Barbara Meggetto - presidente Legambiente Lombardia, Luciano Gualzetti - direttore Caritas Ambrosiana, Christine Stufferin - presidente della Fondazione Alexander Langer, Mao Valpiana - presidente Movimento nonviolento, Andrea Villa - presidente ACLI milanesi, Rossella Sacco - portavoce Forum Terzo Settore Milano, Don Paolo Selmi - presidente Fondazione Casa della Carità “A. Abriani”

 

 

 
Un ringraziamento particolare alla Stiftung Südtiroler Sparkasse di Bolzano per aver messo a disposizione il premio dotato di 10.000 euro e il Comune di Vipiteno per il suo importante sostegno.
 
 
pro dialog