Adopt Srebrenica Adopt Srebrenica Settimana Internazionale 2009 Comunicati stampa

Chi siamo Centro di documentazione Adopt Srebrenica Io non odio/Ja ne mrzim - La storia di Zijo Euromediterranea 2015 in Bosnia-Erzegovina Settimana Internazionale 2013 Settimana Internazionale 2014 Settimana Internazionale 2012 Settimana Internazionale 2011 dosta! Srebrenica&Bolzano 2011 Viaggio 11 luglio 2010 Settimana Internazionale 2010 Viaggio 11 luglio 2009 News e appuntamenti 2009-2014 Settimana Internazionale 2009
Programma della Settimana Eventi artistici Workshop Comunicati stampa
Contatti stampa Resoconti
Diario da Srebrenica 2009 Viaggio a Strasburgo 2009 Su Srebrenica e sulla Bosnia 2005/2009 Eventi "Al di là della guerra" 2009 Irfanka Pašagić - commenti Viaggio 11 luglio 2008 Dopo Dayton / maggio 2008 Settimana Internazionale 2008 Viaggio 11 luglio 2007 / scritti 2005-2007 Settimana Internazionale 2007 Media coverage 2005 / 2007 Link Emergenza alluvioni BIH 2014-2015 Osmače e Brežani / Premio Carlo Scarpa 2014 adopt srebrenica 2018 adopt srebrenica 2016 adopt srebrenica 2019 Adopt Srebrenica 2017 Tuzla ricorda Alexander Langer I fiori di Srebrenica - Quaderno Rete Lilliput Ferrara 11 luglio 2020 dal Sudtirolo a Srebrenica Srebrenica - Tuzla 2020 Settimana Internationale 2021 & 11 luglio Settimana Internazionale 2022
(14) (26) (1) adopt Srebrenica Group (6) as / Experience Srebrenica 2010 (3) as- memory travel 11 July 2009 (52) Bz-Dayton -Meeting Trento 06-16 (15) Bz-Dayton Culture 06.17 (6) Bz-Dayton Eurac 15.06 (5) Bz-Dayton faces (10) Bz-Dayton Master Meeting 06.17 (13) Bz-Dayton Meeting with local institutions 06.16 (2) Bz-Dayton-Conference 06.17 (17) Cooperation for memory 2011 (36) Internat. Conference 2008 (37) Internat.Conference 2007. (9) Internat.Conference 2008-2 (17) International Week 2009 (28) international Week 2014 (52) Srebrenica - Potocari 11.7.2007 (9) Srebrenica 11.7.2005 (4) Srebrenica 11.7.2005 (9) Srebrenica 11.7.2006 (6) srebrenica-mars mira 2010 (8) Tuzla 07.2006 (9) Tuzla-Modena City Ramblers (4) Tuzlanska amica (13)

Il giornalista Dario Terzic tiene un seminario sui media in guerra

Aug 28, 2009, Luca de Beradinis

 “LAVORO DEI MEDIA DURANTE I CONFLITTI” PRIMA PARTE DEL SEMINARIO SULLA COMUNICAZIONE PER GLI OPERATORI DI PACE TENUTO DAL GIORNALISTA DARIO TERCIC ALLA TERZA SETTIMANA INTERNAZIONALE DI SEBRENICA

 “Quando è scoppiata la guerra a Mostar abbiamo visto nascere un nuovo tipo di giornalismo: quello dei comunicati stampa. Le radio, le televisioni e i giornali non facevano altro che ripetere quello che gli veniva dato dai comandi militari in città che fossero Croati o Bosniaci. Oggi paghiamo ancora le conseguenze di quel giornalismo”. Così Dario Tercic ha inaugurato il seminario sui media e la comunicazione alla terza settimana internazionale di Sebrenica. Collaboratore dell'Osservatorio dei Balcani e autore di diversi articoli per Il Manifesto, Tercic è stato anche interprete ed accompagnatore delle troupe della Rai durante la guerra dell'ex jugoslavia. Da questa posizione ha potuto raccontare i tragici avvenimenti di Mostar ed entrare in contatto con la stampa internazionale. Tercic ha voluto ricordare come la propaganda che le autorità hanno fatto attraverso i giornali abbia avuto un ruolo di rilievo nel conflitto, “certi giornalisti dovrebbero essere giudicati come criminali di guerra”, e come sia difficile comunicare al pubblico il dramma di una conflitto rimanendo legati ai fatti.

Parlando poi del bombardamento del ponte di Mostar, uno degli episodi che destò più scalpore nell'opinione pubblica mondiale, Tercic ha detto: “In quel momento abbiamo capito che le divisioni non erano fuori, ma dentro di noi”. Divisioni che evidentemente non sono ancora superate: “Nell'ottobre scorso ci sono state le elezioni comunali, dopo 10 mesi non abbiamo ancora un sindaco perchè i nostri rappresentanti croati e musulmani bosniaci, non riescono a mettersi d'accordo”.

 

 

 

 

 

pro dialog