Fondazione | Alexander Langer | Stiftung

Tuzlanska Amica
foundation

L’associazione “Tuzlanska Amica” è un’organizzazione non governativa con sede a Tuzla, una città nel nordest della Bosnia- Erzegovina. Registrata ufficialmente nel 1996, il suo lavoro è iniziato gia nel 1992, cercando di alleviare le sofferenze di un numero crescente di donne e bambini arrivati dai campi di concentramento, dalle zone sottoposte alla pulizia etnica e in fuga dalla città di Srebrenica. Nel 1993 Tuzlanska Amica inizia a ricevere sostegno dalle volontarie di “Spazio Pubblico di donne” di Bologna e poi da sempre più numerose associazione italiane, riuscendo così ad ampliare notevolmente il suo impegno anche al di fuori di Tuzla. Oggi due “team mobili” sono in grado di intervenire in modo multidisciplinare anche nelle zone più abbandonate, garantendo asistenza medica, psicologica e anche di prima necessità alle famiglie in difficoltà.
Tuzlanska Amica è diretta da Irfanka Pašagić, neurospichiatra originaria di Srebrenica, giunta a Tuzla come profuga nel 1992. Vi collaborano psicologi, pedagogisti, assistenti sociali e - se necessario - anche consulenti legali. L’associazione svolge inoltre la funzione di Centro di documentazione e ricerca sulla condizione femminile e promuove iniziative pubbliche e seminari per favorire il dialogo, la comprensione e la tolleranza tra persone di tutte le nazionalità.
Per il suo impegno Irfanka Pašagić ha ricevuto nel 2005 il Premio internazionale Alexander Langer, un premio che dal 1997 viene assegnato a personaggi impegnati a lavorare per la libertà, la democrazia, la giustizia sociale e la convivenza.

Queste sono le principali attività:

 

Le organizzazioni con cui Tuzlanska Amica collabora in Italia sono, oltre alla Fondazione Langer: le Associazioni Adottando di Bologna, Macondo Tre di La Spezia, Bancaiuti di Rimini, ARCI Macondo di Bagnolo in Piano, Cosmohelp di Faenza, Solidarieta’ 1991 di Villa di Serio (BG), Nema Frontiera di Torino, Club Motociclisti di Torino, Radio Città Fujko con Wilmo Ferri di Bologna, Cral Telcomunicazioni Emilia Romagna, Cral Telecomunicazioni Liguria – Toscana, Progetti teatrali Babelia con Roberta Biagiarelli, Rivista Una Città di Forlì, Azione Cattolica di Parma, Associazione Scaut di Bergamo, Associazione Calcutta Project di Milano, Associazione Orlando di Bologna, l’associazione dei giovani della diaspora bosniaca YABIH, la Regione Emilia Romagna, le Province di Ravenna e Forlì, le Città di Pescara e Ferrara.