pro dialog

Alexander Langer

Brevettabilità di materia vivente: capitolazione del Parlamento Europeo
I Verdi al Parlamento europeo non condividono affatto l'ottimismo mostrato dal socialdemocratico tedesco Willy Rothley e dal popolare italiano Carlo Casini a proposito del "compromesso" raggiunto tra Parlamento europeo e Consiglio, a proposito della brevettabilità di cosiddette invenzioni biotecnologiche.

"Il vero risultato dei lavori del comitato di conciliazione è che i rappresentanti del Parlamento europeo - col voto contrario di due verdi, una socialdemocratica tedesca ed una parlamentare danese anti-integrazionista - hanno capitolato, dice Alexander Langer, presidente dei Verdi, accettando che 'un'invenzione che includa elementi suscettibili di applicazione industriale ed ottenuti con procedimento tecnico a partire dal corpo umano in modo tale da non essere più legati ad un individuo specifico, non possono essere esclusi dalla brevettabilità in ragione dell'origine umana di tali elementi, compreso quando la loro struttura sia identica ad un elemento del corpo umano, restando inteso che gli elementi di derivazione umana che ne sono all'origine restano esclusi dalla brevettabilità' (citazione testuale). Pur con complicati giri di parole, il Parlamento ha abbassato la guardia: l'artificializzazione e la mercificazione del corpo umano ed i diritti di esclusiva dell'industria e di istituti di ricerca su qualcosa che sinora faceva parte dell'eredità comune dell'umanità avanzano a grandi passi".