Fondazione Fondazione anna bravo

Statuto CdA - Revisori Comitato Scientifico-Garanzia Per aderire, sostenere, 5 x 1000 bacheca 2005 bacheca 2006 bacheca 2007 bacheca 2008 bacheca 2009 bacheca 2010 bacheca 2011 bacheca 2012 bacheca 2013 bacheca 2014 bacheca 2015 bacheca 2016 bacheca 2017 bacheca 2018 bacheca 2019 memoria adelaide aglietta andreina emeri anna segre anna bravo
lisa foa renzo imbeni marino vocci giuseppina ciuffreda clemente manenti Programma attività bilanci consuntivi Relazioni finali findbuch - archivio Quaderni della Fondazione
RE 2009-giardino dell'Arca (18) Spazio all'integrazione! (12)

Franca Manuele, ciao Anna

10.12.2019, Ricordo di Anna alla cerimonia d'addio

Ciao Anna

La canzone che ti accompagna è quella che cantavi
così noi siamo incollate alla tua voce e al tempo giovane di allora
Raccontami qualcosa di bello, mi dicevi quando la sera, tardi, ci sentivamo:

Tu prima di metterti a lavorare, io prima di andare a dormire.
Oggi, di bello c'è che siamo tutte tutti qui con te. Quelle che non hanno potuto raggiungerti e quelli che ci sono con la mente e il cuore.

Questa sala è molto affollata. Ma incredula della tua morte.
Quando abbiamo parlato della  nostra .morte l'abbiamo fatto con pudore.

Solo poco tempo fa, quando ti ho detto che Non potevi fare scherzi, che per te c'era ancora tempo,

Mi hai risposto, ridendo
Vietato morire?
Era da te. Vietato vietare 

Dai venti agli ottanta
Hai guardato il .mondo
Con occhi giovani
Al femminile,

Gli occhi della storica
Della della femminista
Della militante.
Hai scrutato il presente alla ricerca di una speranza. 

Da due anni, dopo La conta dei salvati,
Hai puntigliosamente letto giornali, riviste,
alla ricerca di fatti, notizie di  cronaca che riguardassero le persone buone, che con gesti, corpo e voce avevano interrotto la violenza, sospeso la sofferenza delle vittime, degli inermi.

I giusti, oggi.
Giusti che se salvano uno salvano tutti.
Il filo rosso della storia del presente,

Per te.
E tante altre cose.

 

pro dialog