pro dialog
PRO EUROPA - Alcune buone ragioni che rendono desiderabile l'Unione europea

PRO EUROPA - Alcune buone ragioni che rendono desiderabile l'Unione europea

Sono trascorsi quarant’anni dalle prime elezioni dirette del parlamento europeo a suffragio universale. Tra il 23 e il 26 maggio 2019 circa quattrocento milioni di europei saranno chiamati alle urne per eleggere i loro rappresentanti a Strasburgo.
Abbiamo pensato di contribuire alla discussione in corso, offrendo elementi di informazione e riflessione sui successi, ma anche sui problemi che ancora accompagnano la costruzione europea.
Il Quaderno si chiude con un “non manifesto”, un tentativo di sintesi di alcune delle buone ragioni che, a nostro avviso, rendono desiderabile l’Unione europea.

Sommario:

-------- Europa, democrazia e diritti

Prima che sia troppo tardi - Gianni Tamino
Negli anni Novanta, Alexander Langer aveva già identificato fra le principali sfide dell’Europa il ruolo positivo che l’Unione avrebbe potuto giocare per la pace, l’ambiente, la democrazia e la costruzione di uno spazio euromediterraneo aperto e solidale.

Realizzare la speranza europea - Alexander Langer
ll programma redatto da Alex per le elezioni europee del 1994, di piena attualità per i temi affrontati: prevenzione e risoluzioni dei conflitti, diritti e convivenza, ambiente, riequilibrio economico e sociale.

L’Europa di cui abbiamo bisogno - Daniel Cohn Bendit
Cosa l’Europa ha significato per la generazione del dopoguerra e perché sia oggi necessario impegnarsi per la costruzione di una vera democrazia sovranazionale.

Se vivi e lavori qui sei scozzese - Intervista a Alyn Smith
Brexit e anti Brexit: le ragioni della Scozia secondo l'eurodeputato del Gruppo verde.

La faccia nera - Judith Sargentini
Intervista all'europarlamentare che ha avviato la procedura per violazione del Trattato da parte dell'Ungheria.

La vera divisione - Intervista a Roza Thun
La Polonia tra euroscettici e filoeuropei secondo l'eurodeputata polacca di “Piattaforma civica”.

Esiste un’agenda per i diritti in Europa? - Francesco Palermo (docente di Diritto costituzionale)
Una sfida per il nuovo Parlamento: il rischio di un arretramento della cultura giuridica nei particolarismi e nelle conflittualità, nonostante la Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea del 2002.

-------- Politica estera

Il soft power dell'Europa - Paolo Bergamaschi
Consigliere presso la Commissione esteri del PE, tra i promotori del Corpo civile di pace europeo, Bergamaschi esamina i limiti di una PESC le cui competenze restano agli stati nazionali, ma pure la forza di attrazione di quello che resta “il più grande progetto di pace della storia dell’umanità”.

L'Europa vista dall'Africa - Intervista a Jean Bossuyt
L'esponente del Centro europeo per le politiche di sviluppo (Ecdpm) analizza la crescita e le difficoltà della cooperazione europea con l'Africa.

-------- Immigrazione

Sulla sfida dell’immigrazione si gioca il futuro della UE – Alessandro Cavalli (sociologo)
Non è questione di buoni e cattivi, i problemi legati all’immigrazione e all’auspicabile integrazione sono enormi, a partire dal rischio di una concorrenza e di una guerra fra poveri; l’inevitabilità di una soglia che disciplini gli ingressi.

Il fardello dell’Europa - Intervista a Ferruccio Pastore
Il direttore del Fieri (forum per la ricerca sulla migrazione) analizza la “crisi dei rifugiati” come crisi: della governance europea, del metodo della “condivisione degli oneri”, di un’accoglienza che, più che sull’empito morale, dovrebbe fondarsi su un sistema di incentivi. Il caso emblematico della Turchia.

Non basta l’antirazzismo - Alexander Langer
da “Nigrizia” 1989 – Una lucida visione del futuro che oggi affrontiamo.

-------- Ambiente

Il ciclo dell’acqua - Di Giovanni Damiani (biologo)
L'Italia di trent'anni fa e i grandi progressi attuali nella protezione ambientale, merito dell'applicazione delle direttive europee.

Zero Rifiuti - Intervista a Françoise Bonnet (segretari di Acr+)
Acr+ è un'associazione belga nata a seguito di una direttiva UE sui rifiuti, per agevolare le amministrazioni con l’informazione e la condivisione di buone pratiche: l’importanza della dimensione locale e quotidiana.

-------- Europa sociale e lavoro

L’Europa sarà sociale o non sarà - Intervista a Giuseppe Bronzini
L'esponente dell'Associazione “Basic income network Italia” spiega il “Pilastro sociale europeo”, ratificato dall'Unione nel 2017 e impegnato a garantire ai cittadini europei pari opportunità, condizioni di lavoro eque, protezione sociale e inclusione.

Un euro e venti, quindici euro - Intervista a Marco Cilento
Senior advisor presso la Confederazione europea dei sindacati (Etuc), Cilento spiega come i lavoratori europei godano di libertà e diritti sconosciuti alla maggior parte dei cittadini del mondo.

La sentenza Gravier - Intervista a Antonio Giunta (già direttore generale del Ministero dell’Istruzione)
Françoise Gravier e la nascita dell'Erasmus. Ultima arrivata alla cooperazione europea, l'istruzione è la materia che forse ha avuto più successo.

-------- Economia

Il trilemma dell’Europa - Intervista a Franco Praussello (economista)
L'Unione ha in comune la moneta ma non le politiche fiscali, indispensabili per compensare le crisi locali. Tuttavia se si prevedono trasferimenti di risorse, ci deve essere un parlamento dotato di poteri effettivi, questo significa: “no taxation without representation". Il caso della Grecia e le istanze di uscita dalla UE.

Una vita semplice – Alexander Langer
Consigli per un futuro amico...

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

  • il Quaderno ProEuropa, qui allegato, è stato realizzato da Una citta e dalla Fondazione Langer. 
  • Il Quaderno qui scaricabile verrà inviato agli attuali abbonati di Una città. E' comunque possibile ottenere una o più copie della versione cartacea scrivendo a unacitta@unacitta.org che addebiterà le sole spese postali.
  • In questi giorni è uscito anche il Quaderno di Azione nonviolenta n. 20, con un saggio di Giancarla Codriginani, dal titolo “Europa madre e figlia nostra, democratica, ecologica, nonviolenta", che può essere richiesto (ev. assieme al Quaderno ProEuropa) a amministrazione@nonviolenti.org.


Dopo Reggio Emilia, Torino, Camaiore, NUOVE PRESENTAZIONI:

A BOLZANO - il 13 maggio alle ore 18 c/o Biblioteca EURAC RECHERCH

A BERGAMO - il 14 maggio ore 20.45 c/o FONDAZIONE SARUGHETTI

A ROMA - il 16 maggio alle ore 11 - SALA STAMPA CAMERA DEI DEPUTATI

A Verona - 17 maggio ore 20.30 - Sala Missionari Comboniani

A Roma - 23 maggio ore 15.30 - Spazio Europa

A Firenze - 3 giugno - ore 17 - Sala La Colombara

 

Fondazione Alexander Langer Stiftung Onlus 
CF 94069920216, Via Bottai 5, 39100 Bolzano
info@alexanderlanger.net

 

 

quadernoEuropaMail.pdf (3,1 MB)