pro dialog

News

Invito - Einaldung: PRO EUROPA - EUROMEDITERRANEA 2019 ... da Bolzano a Srebrenica

venerdì 5 luglio, ore 17 - Dibattito pubblico:

PRO EUROPA - Alcune buone ragioni che rendono desiderabile l'Unione europea. Un bilancio, un rilancio.

Centro Trevi, via Cappuccini 28 Bolzano. 


Nel maggio 2019 circa quattrocento milioni di europei sono stati chiamati alle urne per eleggere i loro rappresentanti a Strasburgo. Abbiamo voluto contribuire alla discussione con il Quaderno PRO EUROPA che ha cercato di offrire elementi di informazione e riflessione sui successi, ma anche sui problemi che ancora accompagnano la costruzione europea. Invitiamo qui a un bilancio (... un rilancio), in un dialogo a più voci tra curatori e intervistati nel Quaderno, con: Bettina Foa, del Comitato scientifico della Fondazione Langer, già funzionaria europea in vari paesi dell'Africa; Barbara Bertoncin, redattrice e intervistatrice della rivista "Una città"; Paolo Bergamaschi, consigliere della Commissione Esteri P.E.; Umberto Cini, interprete alla Camera dei deputati e accompagnatore di delegazioni parlamentari all'estero, Simonetta Nardin, esperta di comunicazione e relazioni internazionali, già giornalista collaboratrice al FMI; Francesco Palermo, direttore dell'Istituto per lo studio del Federalismo all'EURAC e membro dell'Agenzia europea per i diritti fondamentali; Gianni Tamino, biologo e consulente di inziative ambientali, ex parlamentare Europeo.

Freitag, 5. Juli, 17.00 Uhr –
Kulturzentrum Trevi, Kapuzinergasse 28, Bozen
Öffentliche Debatte:

PRO EUROPA - Einige gute Gründe, welche die Europäische Union wünschenswert machen. Eine Bilanz… zum wiederlancieren.

 
Im Mai 2019 wurden rund vierhundert Millionen Europäer zu den Wahlen aufgerufen, um ihre Vertreter in Strassburg zu wählen. Mit der Broschüre PRO-EUROPE haben wir einen Beitrag zur Diskussion geleistet, der Informationen und Überlegungen über die Erfolge, aber auch über die Probleme, die noch mit dem Aufbau Europas verbunden sind, liefern sollte. Ein mehrsprachiger Dialog, der von Redakteuren und Interwieten des von Una Città und Langer Stiftung publizierten Heft eingeführt wird. Mit:
Bettina Foa - Wissenschaftlicher Ausschuss der Langer Stiftung
Barbara Bertoncin - Herausgeberin der Zeitschrift “Una Città” - Forlì
Paolo Bergamaschi - Berater des Ausschusses für auswärtige Angelegenheiten des Europäischen Parlaments
Umberto Cini - Dolmetscher in der Abgeordnetenkammer
Simonetta Nardin - Expertin für Kommunikation und internationale Beziehungen
Francesco Palermo - Eurac Research Bozen
Gianni Tamino - Biologe, ehemaliges Mitglied des Europäischen Parlaments

Das Heft kann unter www.unacitta.it/flip/proeuropa gelesen und heruntergeladen werden.

 Euromediterranea 2019: www.alexanderlanger.org

Con il sostegno: della Provincia Autonoma di Bolzano, Città di Bolzano,  Regione autonoma Trentino - Alto Adige / Südtirol

--------------------------------------

3 luglio - Ghiorgos Tyrikos-Ergàs, da Lesbo
Alexander Langer e il pesciolino volante
Un ricordo

---------------------------------------

 6 luglio - Giornata seminariale con la presentazione dei progetti avviati per la digitalizzazione dell'Archivio Alexander Langer e alla sua valorizzazione nel corso del 2019 e 2020. Per la partecipazione è necessario prenotare.

L'assemblea della Fondazione del 7 luglio,  per l' adeguamento dello Statuto previsto dalla legge sulla riforma del Terzo settore, E' STATA ANNULLATA poichè il decreto crescita di recente approvato ha rinviato al 30 giugno il termine per l'adempimento e introdotto modifiche non ancora chiarite.


6-7 luglio - Malosco (Val di Non) - 2. Convegno Nazionale: Donatori di Musica
DIECI ANNI DOPO, COME SI CAMBIA
All'associazione dei Donatori di Musica è stato assegnato il premio Alexander Langer 2013. All'interno del loro II Convegno nazionale sono previsti dei momenti, musicali e informativi, aperti al pubblico al quale siamo stati invitati e invitiamo.


6-10 agosto - XI Settimana internazionale della memoria
SREBRENICA, LA NOSTRA STORIA
La Settimana Internazionale della Memoria offre da anni uno spazio di riflessione e confronto sui temi della convivenza, oltre che un’occasione di riscoperta e valorizzazione delle molteplici risorse naturali e storiche del territorio. Un' occasione straordinaria per conoscere Srebrenica e il lavoro dell'associazione Adopt Srebrenica che ci accompagna per mano. Il programma (pdf) . La Fondazione raccoglie adesioni e aiuta a organizzare il viaggio per gli interessati.


Letture estive
Sono uscite tre nuove pubblicazioni dedicate ad Alexander Langer: 

 

17-18-19 giugno - ILARIA MARIA SALA: PECHINO 1989. UN LIBRO

PRESENTAZIONI

il 17 giugno a Bolzano (Libreria Ubik, via Grappoli 7, ore 18)
il 18 giugno a Verona (Casa Nonviolenza, via Spagna 8, ore 18)
Il 19 giugno a Bologna (Centro Cabral, Via S. Mamolo 24, ore 18)

In occasione dei 30 anni dai tragici eventi che ebbero luogo a Pechino (non solo in piazza Tienanmen), Ilaria Maria Sala, scrittrice e giornalista presenta il suo ultimo libro libro "Pechino 1989" (ed. Una Città).

Ilaria era studentessa a Pechino nei giorni della Primavera e della successiva violenta repressione degli studenti. In questo libro racconta per la prima volta ciò che vide con i suoi occhi.
Nel 1999 la Fondazione assegnò il Premio internazionale Alexander Langer ai coniugi cinesi Ding Zilin e Jang Peikun, in memoria delle vittime del massacro di Tienanmen, tra le quali il loro figlio Jiang Jelian.


 29 giugno 2019 - Krimmler Tauern / Passo dei Tauri

ALPINE CROSSING PEACE - CAMMINATA PER LA PACE - FRIEDENSWANDERUNG

L'associazione austriaca AlpinePeaceCrossing organizza una camminata in montagna sul confine italo-austriaco che segue il tracciato usato negli anni '40 dagli ebrei in fuga dalla Germania e Austria: per ricordare questa pagina buia della storia europea e ricordare quanto avviene ai nostri giorni.
Insieme al Centro Pace / Friedenszentrum di Bolzano (e altre associazioni) vogliamo invitare e partecipare alla camminata, partendo dal lato italiano per incontraci simbolicamente sulla cima del Krimmler Tauern / Passo dei Tauri (2633 m), che segna il confine tra i due paesi.