pro dialog

News

News dalla Fondazione - luglio 2018 - INVITO ALLE GIORNATE DELLA MEMORIA A SREBRENICA

INVITO: 25-30 agosto, Srebrenica - SULLE TRACCE DELLA VITA. Settimana internazionale della memoria 2018  

Adopt Srebrenica ci ha fatto avere un caloroso invito a prendere parte alla nuova edizione della Settimana internazionale della Memoria dal titolo sognificativo "SULLE TRACCE DELLA VITA". che si svolgerà dal 25 al 30 agosto prossimo a Srebrenica.
http://www.alexanderlanger.org/it

Il programma sviluppa alcune iniziative che hanno caratterizzato negli ultimi tempi il loro lavoro, per riscoprire parti di storia, dolorosa o felice, che può ricordare radici comuni e ispirare nuove ragioni di dialogo.
Questo è stato il senso di una mostra e una pubblicazione che ricorda bene quella che è stata Srebrenica prima della guerra, con le prestigiose terme, gli insediamenti produttivi e un solidarismo diffuso nei confronti dei più deboli.
Ma sanno bene, i nostri amici, che il contesto locale e quello internazionale non è favorevole, così messo alla prova da nuovi egoismi e nazionalismi. E' quindi un momento molto delicato per loro e la città che amano.

La partecipazione alla loro iniziativa, è un segno concreto di amicizia e di riconoscimento di chi a Srebrenica persegue tenacemente il proposito di farne il luogo della Memoria e della Speranza.

Non siamo stati in grado di organizzare, per un appuntamento così ravvicinato, un trasporto collettivo.  Ci mettiamo a disposizione per un servizio di condivisione di macchine private tra chi segnala disponibilità ed interesse. Al di là del viaggio, i costi di permanenza sono piuttosto moderati, dalla scelta di pernottare presso le famiglie e beneficiare dei pasti preparati da associazioni locali.

Per informazioni e adesioni:
adoptsrebrenica@gmail.com
edi@alexanderlanger.net

26 maggio - La vita a Srebrenica: inaugurata una mostra fotografica
Nell'ambito della manifestazione “Dani Srebrenica” è stata presentata la mostra fotografica (U)mjesto života, realizzata da Bekir Halilović per il Centro di Documentazione Adopt Srebrenica, come parte di un progetto di cooperazione sostenuto dalla Provincia autonoma di Bolzano. La mostra fotografica documenta con affetto e nostalgia lo stato di abbandono di edifici industriali, privati e pubblici, nel territorio del comune di Srebrenica. Le testimonianze illustrano quella che un tempo era la spina dorsale di sviluppo della comunità, capace di assicurare l'esistenza di un numero significativo di
abitanti.

1000 fotografie di Srebrenica – Il progetto di Adopt

L'associazione "Adopt Srebrenica" ha fondato un Centro di Documentazione che consiste nella raccolta di quanto più possibile materiale fotografico, video e altri tipi di documentazione relativa al periodo precedente alla guerra.

Finora, sono stati raccolti oltre un migliaio di documenti e fotografie con l'obiettivo di preservare la memoria di Srebrenica e dei suoi cittadini.
“Durante la guerra, quando hanno lasciato Srebrenica, le persone non pensavano di portarsi dietro effetti personali che rappresentassero il ricordo di persone importanti. Attraverso questo progetto, raccogliamo documenti che poi pubblichiamo su Archos, una piattaforma archivistica professionale online, dove le persone potranno cercare le fotografie che gli interessano. Cerchiamo di raccogliere più foto possibili per archiviarle sul portale internet e allo stesso tempo ricordare il tempo passato. Nelle fotografie c'è un'immagine di Srebrenica che proviamo a far tornare e rivivere”, ci dice Bekir Halilovic, presidente dell'assemblea dei soci di Adopt Srebrenica.

MIGRAZIONI

13 giugno - La nuova rotta bosniaca passa anche da Bratunac
Amra Nalic, di Adopt Srebrenica, ha documentato la prima dolorosa morte di un ignoto migrante e la sua pietosa sepoltura a Bratunac, a due passi da Srebrenica. "Sono sempre di più i migranti che nel loro viaggio verso l'Europa occidentale passano dalla Bosnia Erzegovina, ancora impreparata a gestire una possibile emergenza" secondo un report dell'Osservatorio Balcani Caucaso.