pro dialog

Adopt Srebrenica

Jacopo Frey, Michele Martini, Nicola Gobbi, raccontano in fumetto la loro "Mars Mira" verso Srebrenica 2010

Pubblicato in: Galleria Immagini Adopt Srebrenica

Nel luglio del 1995 si consuma a Srebrenica, la più grande tragedia che l’Europa ha visto svilupparsi sul proprio territorio dalla fine della Seconda Guerra mondiale: circa 8000 civili caddero in tre giorni sotto i colpi di truppe militari. Questo perché Srebrenica, cittadina della Bosnia Erzegovina, dichiarata nei precedenti anni di guerra civile in Jugoslavia safe zone da parte dell’ONU, aveva la colpa di essere abitata soprattutto da bosniaci musulmani in un territorio a maggioranza serbo. Con l’azione delle truppe della Repubblica Srspska (Repubblica serba di Bosnia Erzegovina), con le responsabilità delle truppe ONU si giocò un altro capitolo della drammatica guerra civile che per otto anni ha insanguinato i Balcani.

Scenario d’avvio del nostro racconto è quello della Mars mira del 2010, la marcia della memoria che si svolge ogni anno ripercorrendo i sentieri percorsi da 5000 civili bosniaci che da Srebrenica fuggirono verso Tuzla in cerca di salvezza.

Scritta in occasione del 15esimo anniversario della strage, questa storia si affida ad una particolare modalità di ricerca: oltre alla ricostruzione svolta sulle cronache giornalistiche dell’epoca e sulle ricostruzioni storiche fatte in anni recenti, ci siamo anche serviti di un supporto di immagini molto ricco e comunicativo. Per quest’occasione ha collaborato con noi il video maker Michele Martini, esperto di questioni legate alle guerre di Jugoslavia e testimone della Marcia della memoria del 2010. Il suo aiuto si è rivelato prezioso soprattutto per il bagaglio di emozioni e racconti che ha raccolto partecipando, assieme ai parenti delle vittime e ai sopravvissuti alla strage, a questa importante commemorazione.

Obiettivo ultimo che stava dietro la stesura di questa storia era quello di rilanciare una discussione sulla storia recente dei Balcani: in quel passaggio si è difatti giocato il destino della stessa Europa, aspetto che spesso viene dimenticato; è necessario parlare e discutere ancora della “guerra accanto”.

 

Bibliografia

Mario Fiorin, La marcia, quindici anni dopo, in http://www.balcanicaucaso.org/Racconti-diari-di-viaggio/La-marcia-15-anni-dopo

Luca Leone, Srebrenica. I giorni della vergogna, Infinito edizioni, 2005.

Jože Pirjevec, Le guerre jugoslave (1991-1999), Torino, Einaudi, 2002.

1991-2011 Ex Jugoslavia. La guerra accanto, “L’Europeo”, n°5 maggio 2011

*********************************

Ricevuto da:
Jacopo Frey - jacopofrey@gmail.com